Civitavecchia

Sottopasso della stazione sporco, interviene Vittorio Petrelli

L'esponente di Italia dei valori e altri rappresentanti hanno pulito con le loro mani scale, spiazzale e sottopasso da giorni lasciato sporto da chi di dovere

Le condizioni del sottopasso ferroviario lasciano proprio a desiderare. Lo sanno bene i tanti pendolari, tra cui tantissimi crocieristi e turisti che ogni giorno lo frequentano per raggiungere i binari da dove partiranno i treni che li condurranno nella città eterna. E lo sa bene Vittorio Petrelli, esponente dell'Italia dei valori che durante la campagna elettorale aveva trascorso un sabato pomeriggio proprio in quel sottopasso riparandone il tetto. E così l'eponente di Italia dei valori insieme a un paio di amici hanno deciso di trascorrere una domenica mattina diversa dalle altre. Spazzoloni alle mani, detersivi e secchi d'acqua hanno provveduto loro stessi a pulire quel luogo frequentato da tutti.

"L'accesso al sottopasso - ha spiegato Petrelli - e le scale erano a dir poco in condizioni indecenti. Non potevo personalmente continuare a ignorare ciò in considerazione che quei luoghi mi ospitano quando faccio la mia attività di volantinaggio. Non meno importante il mio impegno nella difesa dei concittadini pendolari, dai quali ho ottenuto numerosi attestati di stima e di fiducia. Non volevo che questi cittadini si sentissero traditi da me e defraudati nel loro diritto di avere ambienti puliti e sicuri".

Una pulizia partita dopo aver avvisato ovviamente Città Pulita che "si è attivata, pur nei limiti dovuti ai suoi mali endemici. L'azienda - ha aggiunto Petrelli - ha provveduto alla potatura degli oleandri, ma rimuovere il chewing gum dalla pavimentazione o lavare le scale è sembrata un'impresa titanica, per cui ho deciso di provvedere personalmente. Purtroppo c’è da rilevare anche che alcuni  materiali usati nei lavori di riqualificazione, e la loro messa in opera, non rappresentano la scelta migliore. Quindi, mi auguro che l’assessore Mecozzi e la maggioranza di cui faccio parte, vorranno far tesoro degli errori commessi. Infine - ha concluso l'esponente Idv - invito il futuro dirigente di Città pulita, quello che sarà nominato dall’attuale maggioranza,  a rispettare gli standard di pulizia; nel caso in cui tali standard non potranno essere assicurati, sarebbe meglio per lui lasciare quella poltrona".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sottopasso della stazione sporco, interviene Vittorio Petrelli

RomaToday è in caricamento