CivitavecchiaToday

Parco dell'Uliveto trova una "famiglia"

concluso l'iter per l'affidamento del parco cittadino. In itinere gli altri bandi di gara per l'affidamento del parco di San Gordiano e il Parco della Resistenza

AFFIDAMENTO A PRIVATI E INTERVENTI DEL COMUNE - Parco dell'Uliveto ha finalmente una famiglia. Concluso il bando di gara per l'affidamento della gestione del parco cittadino, ora parte la sua riqualificazione a 360 gradi. Costruzione di 3 campetti polivalenti, apertura di una pizzeria, installazione di telecamere di videosorveglianza, riqualificazione del percorso pedonale e ciclabile, riqualificazione dell'anfiteatro e incremento dei giochi pubblici per i più piccini. Tutto per restituire alla città un polmone verde in tutta la sua bellezza. E per far sì che sempre meno siano i civitavecchiesi che per godere della natura devono migrare nella vicina Santa Marinella, è già partito il bando di gara per l'affidamento del parco di San Gordiano (termine ultimo il 4 giugno). A breve infine partirà anche il bando per l'affidamento del Parco della Resistenza. Ma l'azione dell'amministrazione comunale non finisce qui. "Stiamo riqualificando il parco di San Liborio - ha spiegato l'assessore ai Lavori Pubblici Mirko Mecozzi - e non appena crescerà la prima erba procederemo alla sua inaugurazione". E anche qui arriveranno le telecamere di videosorveglianza per evitare che il parco sia preda dei vandali. Vandali che hanno dato il peggio di loro stessi anche durante la riqualificazione. E così, il giorno prima la ditta aveva risistemato la fontana del parco di San Gordiano, e il giorno dopo i vandali l'avevano distrutta. Proprio come la struttura presente all'interno del parco Uliveto. Prima messa in sicurezza e subito dopo messa sottosopra dai vandali. "I civitavecchiesi - hanno dichiarato gli assessori Mecozzi e Leopardo e il capogruppo Pd Flavio Magliani - devono aiutarci a mantere pulito il verde e non solo quello". E la Frasca è "compresa nel prezzo". Qui, come nelle altre aree a verde della città, Magliani ricorda che è "vietato accendere fuochi liberi, circolare con veicoli a motore e campeggiare".

NUOVE AREE VERDI IN CITTA' - Intanto il sindaco Tidei ha annunciato la realizzazione di 10 ettari di area a verde proprio davanti l'ospedale San Paolo grazie ai soldi che Enel "deve al comune come compensazione della sua presenza sul nostro territorio". E per riempire la città di verde, il primo cittadino pensa anche alla riqualificazione della macchia dell'Infernaccio, dei Pratini e di Poggio Paradiso. Tutto grazie a un project financing.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CONTRIBUTO DEI BORSISTI - A collaborare alla pulizia della città sono stati anche i 14 borsisti assunti 10 mesi fa dall'amministrazione comunale, grazie al progetto messo in piedi dall'assessore ai Servizi Sociali Enrico Leopardo. "Questi 14 ragazzi sono sempre a disposizione dell'amministrazione comunale dal lunedì al venerdì. E il loro contributo, proprio come quello dei dipendenti di Città Pulita, è stato molto importante". Motivo per cui l'Assessore sta pensando di mettere a disposizione altre 30 borse lavoro, per altrettante persone. Un progetto che dovrebbe partire a breve.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

  • Ater, in vendita oltre 7mila case popolari dal Laurentino a San Basilio: ecco il piano

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Torna #vialibera: a Roma quindici chilometri di strade solo per pedoni e ciclisti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento