Domenica, 24 Ottobre 2021
Civitavecchia Civitavecchia / Via Tarquinia

Acqua all'arsenico, scatta l'ordinanza di non potabilità nella zona Nord

In distribuzione presso l'ufficio dell'assessore Mirko Mecozzi a Fiumaretta le card per il prelievo gratuito dell'acqua dalle fontanelle Acquasalus. I commercianti protestano

È scattata ieri l'ordinanza di non potabilità dell'acqua in tutta la zona nord di Civitavecchia per la presenza di alte concentrazioni di arsenico nell'acqua fornita dall'acquedotto Medio Tirreno.

È infatti scaduta il 31 dicembre 2012 l'ultima proroga concessa alla Regione Lazio dall'Unione Europea. Proroga con la quale si invitavano, di concerto, i Comuni non in regola ad uniformarsi alle normative europee. Così non è stato per il Consorzio Medio Tirreno e il Comune è "dovuto correre ai ripari". L'ordinanza vieta l'uso dell'acqua erogata per uso potabile, uso per cottura, reidratazione e ricostituzione di alimenti, per preparazione di alimenti e bevande (escluso lavaggio frutta e verdura sotto flusso d'acqua e utilizzando acqua potabile per l'ultimo risciacquo), per pratiche di igiene personale che comportino ingestione anche limitata di acqua (lavaggio denti e cavo orale).

È invece consentito l'uso dell'acqua per igiene personale (ad esempio la doccia) tranne nei casi di presenza di specifiche patologie cutanee (eczema, patologie cutanee a rischio anche di tipo evolutivo o degenerativo) e per tutte le operazioni di igiene domestica (lavaggio indumenti, stoviglie, ambienti), scarico wc e impianti riscaldamento.

Le zone interessate dall'ordinanza firmata dal primo cittadino sono quelle alimentate dall'Impianto Comunale Filtri di Aurelia e più precisamente: Borgata Aurelia, Agricasa, Carcere Aurelia, Zona Ente Maremma, Pantano, Sant'Agostino, La Scaglia, Enel, Area Portuale, Zona Industriale, Cimitero Vecchio, Via Tarquinia, Punton dei Rocchi, Santa Lucia, Cimitero Nuovo.

Intanto già da questa mattina i cittadini interessati dall'ordinanza possono ritirare le card family che permettono il prelievo di circa 600 litri d'acqua a famiglia gratuitamente dalle fontanelle Acquasalus posizionate in diverse zone della città. Le card saranno disponibili presso la Segreteria dell'assessore Mirko Mecozzi (zona Fiumaretta) e le incaricate al servizio sono la signora Ester Nolberti e Simona Di Stefano. Il servizio sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e potranno ritirare le tessere gratuite solo i capofamiglia muniti di documento d'identità.

L'ordinanza di non potabilità riguarda anche le imprese alimentari in conformità della nota informativa del 27 dicembre. E i commercianti interessati tuonano: "È arrivato in questi momenti dal Comune un foglio ai titolari di esercizi di somministrazione alimenti e bevande interessati dalla zona dell'acqua all'arsenico con la normativa che vieta l'uso dell'acqua per le attività di ristorazione e bar. Oggi (ieri chi legge, ndc) scadeva la proroga che aveva permesso, nonostante i livelli aumentati di arsenico, l'uso di acqua. Già ridicolo di per se stesso, come se la proroga togliesse il veleno. Stanno partendo telefonate di protesta - scrivono sul gruppo Facebook CQC ... Cittadino Qualunque Civitavecchia - e richiesta di chiarimenti a oltranza da parte dei commercianti imbestialiti. Con il comunicato il Comune si è messo in regola, ma immaginate i gestori di bar con le taniche alle fontanelle per prendere l'acqua per i caffè o a versare acqua minerale nelle macchine del caffè. Questa è - conclude il post - l'organizzazione di chi governa, però le primarie, i posti in Parlamento se li sono organizzati bene".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua all'arsenico, scatta l'ordinanza di non potabilità nella zona Nord

RomaToday è in caricamento