Civitavecchia

Maxioperazione antidroga, coinvolti tre santamarinellesi

Le sostanze stupefacenti erano destinate anche a Civitavecchia dove veniva venduta anche a personaggi della Civitavecchia bene. Tra le accuse anche traffico di armi

Maxi operazione antidroga nei giorni scorsi condotta dalla Procura e dalla Direzione Distrettuale antimafia di Catania che ha visto finire sul registro degli indagati anche tre santamarinellesi. Per loro l'accusa è di associazione a delinquere di stampo mafiosa aggravata dall'uso delle armi, estorsione e traffico di stupefacenti.

L'indagine era nata nel 2010 ed è terminata solo qualche settimana fa. Lo spaccio di droga, da parte dei tre uomini di Santa Marinella era destinato sul litorale, mentre gli episodi estorsivi per cui sarebbero indagati sarebbero strettamente legati al territorio siciliano. Anche Civitavecchia tra le location in cui tre avrebbero spacciato la droga, principalmente cocaina.

Questa veniva acquistata in città, anche da personaggi "per bene". A spacciare la droga, da quanto emerso dalle indagini sarebbero stati in particolare due dei tre santamarinellesi mentre il terzo si sarebbe occupato sostanzialmente del traffico di armi, soprattutto a Scicli, nel ragusano, a Busto Arsizio. Tutti potrebbero essere interrogati a giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxioperazione antidroga, coinvolti tre santamarinellesi

RomaToday è in caricamento