Civitavecchia

Qualità dell'aria: Nessun Dorma ha incontrato il Presidente dell’Autorità Portuale

Una delegazione del movimento Nessun Dorma martedì scorso, ha incontrato il presidente dell'Authority per la centralina per il monitoraggio della qualità dell’aria in porto

Una delegazione di Nessun Dorma ha incontrato, martedì 21 febbraio, il Presidente dell’Autorità Portuale, Pasqualino Monti, al quale ha espresso il proprio apprezzamento per aver rispettato, in anticipo rispetto alle previsioni, l’impegno relativo all’installazione e all’avvio del monitoraggio della qualità dell’aria in ambito portuale.

"E’ confermato che la centralina misurerà anche il PM 2,5 - affermano dal Movimento Nessun Dorma - cioè quelle polveri ultrasottili estremamente pericolose per la salute umana. Tutti i dati saranno pubblici e consultabili sul portale dell’AP-Servizio Ambiente. Il presidente ha anche anticipato che si renderà necessaria l’installazione di una seconda centralina con lo sviluppo a nord della Darsena Grandi masse e del conseguente incremento del numero di navi in transito.

Nel corso dell’incontro è stata anche annunciata la realizzazione di un”modello previsionale”, frutto della collaborazione fra i tecnici di Arpa Lazio e dell’Autorità portuale, che sarà in grado di fornire con almeno due giorni di anticipo la distribuzione degli inquinanti nell’aria e gli eventuali provvedimenti che si dovessero rendere necessari.

La delegazione di Nessun Dorma ha fatto presente come sia indispensabile che si agisca tutti, istituzioni e cittadini, perché si riducano le crescenti emissioni inquinanti all’interno del porto. Su questo aspetto, tra le tecnologie utilizzabili a terra, sono state individuate le “banchine elettrificate” che, almeno per le navi di recente costruzione, fornirebbero un contributo positivo.

Il Presidente ha sottolineato come il progetto, pur di massima fattibile, non abbia al momento la copertura finanziaria necessaria. La delegazione di Nessun Dorma ha comunque fatto presente che il movimento continuerà a lavorare sia cercando di  promuovere una maggiore consapevolezza dei cittadini sul tema dell’impatto dell’inquinamento sulla salute, sia sulle istituzioni italiane sia in sede di Commissione Europea/Climate Action, in sinergia con altre ONG già accreditate presso l’European Climate Change Programme, per sollecitare provvedimenti utili a contrastare l’inquinamento da fumi del trasporto marittimo.".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità dell'aria: Nessun Dorma ha incontrato il Presidente dell’Autorità Portuale

RomaToday è in caricamento