Civitavecchia

Natale, il Popolo della Città: "In tempo di crisi meglio preferire il negozio sotto casa"

Visti i tempi di crisi in cui riversa il Paese, l'associazione propone di rilanciare gli acquisti in città

“La crisi economica si fa sentire ma il rito del regalo natalizio, come afferma anche un recente studio della Confcommercio, continua ad essere gradito. Ed allora, visto che comunque la parola d’ordine è ‘risparmio’, perché non scegliere di acquistare i regali nei negozi locali e dagli artigiani di casa nostra? Oltre che per risparmiare sarebbe un modo per sostenere concretamente il territorio e le numerose imprese a conduzione familiare che con grossi sacrifici resistono al dominio dei mega-centri commerciali e delle multinazionali”. E’ questo l’invito che l’associazione Il Popolo della Città rivolge, per mezzo del suo direttivo, ai concittadini di Civitavecchia.

 “Scegliere i regali di Natale - sostiene il movimento cittadino - dai piccoli imprenditori e artigiani locali, consentirebbe a tante piccole imprese a conduzione familiare di poter sopravvivere a questo periodo di crisi, lasciando, ove possibile, inalterati anche i loro livelli occupazionali. Se decidiamo di acquistare i regali nelle botteghe artigianali di casa nostra, facciamo in modo che i nostri soldi arrivino a gente comune che ne ha bisogno per restare a galla e non alle multinazionali e ai mega imprenditori che in ogni caso restano in piedi lo stesso.  Indubbiamente ciò rappresenterebbe anche un risparmio, ma il nostro invito è rivolto soprattutto alla solidarietà nei riguardi delle piccole realtà locali, che non hanno tra l’altro nulla da invidiare nella qualità dei propri prodotti e servizi ai grandi gruppi commerciali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale, il Popolo della Città: "In tempo di crisi meglio preferire il negozio sotto casa"

RomaToday è in caricamento