Domenica, 13 Giugno 2021
Civitavecchia

Bilancio 2012: "Prima sarebbe necessario chiarire lo stato economico delle Sot"

A lanciare l'appello, criticando la scelta dell'amministrazione di rispettare la scadenza del 30 giugno per l'approvazione del bilancio di previsione, è il Movimento 5 Stelle

Se prima non verrà fatta chiarezza sulla situazione economico-finanziaria delle partecipate, come si può approvare il bilancio di previsione 2012?
A porsi la domanda è il Movimento 5 Stelle in vista della convocazione della massima assise cittadina per l’illustrazione, discussione e infine approvazione del bilancio di previsione 2012. “Nell’ultimo mese i civitavecchiesi hanno scoperto che subiranno un aumento dell’Imu a causa delle pessime condizioni in cui vessano le casse delle aziende partecipate facenti parte della Holding delle quali però – commentano i grillini – non ne conosciamo ancora i bilanci. Nonostante ciò il Presidente del Consiglio Piendibene dichiara che il bilancio comunale dovrà essere approvato entro il 30 giugno con un "tour de force" in Consiglio di 2 giorni”. Un “tour de force” che contestano per quel decreto emanato dal Ministero dell’Interno il 20 giugno 2012 che posticipa il termine ultimo per la deliberazione del bilancio di previsione al 31 agosto 2012.
 

“Quindi riteniamo necessario che, prima dell'approvazione del bilancio, sia definitivamente chiarito lo stato economico delle partecipate, rivista al meglio la previsione di spesa attraverso una "Spending Review" e soprattutto le previsioni di entrata nelle casse comunali. Ad esempio – commentano i grillini - aver messo a Bilancio un’entrata prevista di circa 10 mln di euro a fronte delle vendita di immobili in un momento in cui il mercato immobiliare è più che fermo, non è né vantaggioso né facilmente realizzabile”.
 

E lancia una proposta: “Prevedere un consiglio comunale aperto ed esposto a tutti i cittadini anche per verificare eventuali suggerimenti da parte della città”.
 

“Il giochino di addossare alle precedenti amministrazioni le ragioni delle manovre impopolari è vecchio e ipocrita, pertanto – conclude il Movimento di Beppe Grillo - invitiamo l’amministrazione comunale ad agire con la massima trasparenza, senza strappi e stilando un bilancio chiaro, leggibile e che rappresenti il vero stato economico e finanziario delle casse comunali. Solo in questo modo i cittadini sapranno distinguere una vera emergenza da un futile scaricabarile”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio 2012: "Prima sarebbe necessario chiarire lo stato economico delle Sot"

RomaToday è in caricamento