Domenica, 13 Giugno 2021
Civitavecchia

Il Movimento 5 Stelle bacchetta i consiglieri della Pucci

L'amaro commento dopo l'ultima massima assise cittadina: "Un botta e risposta tipico di un salone da bar"

“Un botta e risposta tipico di un salone da bar”. È il giudizio senza peli sulla lingua che il Movimento 5 Stelle, presente alla Pucci, tra gli spettatori, dà dell’ultimo consiglio comunale civitavecchiese, dove si sarebbero dovuti discutere e approvare gli indirizzi generali di governo del sindaco Pietro Tidei.
“Si è parlato di lavoro, la cosa più importante, ma nessuno – spiega il Movimento 5 Stelle - ha parlato di regole certe e trasparenti per le assunzioni. Si è parlato di terme, di cementificazione, di terminal portuali con vari nomi, tutti argomenti che devono essere valutati punto per punto prima di essere, eventualmente, contrastati”.
 

Occhi puntati anche sull’acqua. Durante la massima assise cittadina infatti sono state diverse le posizioni prese dai consiglieri comunali (anche se alla fine ogni posizione sembra riportare all’unica strada perseguibile, la cessione del servizio ad Acea). Incerta la posizione “di alcuni consiglieri di maggioranza”. Una posizione che spesso non è apparsa “molto chiara, soprattutto in merito alla privatizzazione di tale servizio (nota è la posizione favorevole dell'assessore Balloni che l'ha ribadita anche in campagna elettorale)”. Unica strada percorribile, prosegue il Movimento 5 Stelle, per l’opposizione. “Non è così, non può essere così – commentano - da quando i privati sono entrati nel settore, gli investimenti sono scesi del 65% mentre le tariffe sono aumentate del 70%. Piuttosto ci indigna l'atteggiamento di una certa politica che prima crea e sfrutta le aziende munincipalizzate in maniera clientelare per guadagnare consenso salvo poi doverle vendere perché la loro inefficienza non consente un efficace contenimento dei costi. Adesso – concludono i grillini - attendiamo il prossimo consiglio dove si parlerà di bilancio, altro punto dolente della nostra città e speriamo che almeno in quella occasione i due schieramenti rinuncino alla "claque" per affrontare e soprattutto spiegare alla cittadinanza con linguaggio semplice il reale stato delle casse comunali, swap compresi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Movimento 5 Stelle bacchetta i consiglieri della Pucci

RomaToday è in caricamento