Civitavecchia

Civitavecchia, Moscherini: "Non c'è il rischio diossina dopo l'incidente a Tvn"

Il primo cittadino ha tranquillizzato i cittadini affermando che nei fumi dell'incidente a Tvn non sono presenti agenti cancerogeni

Il sindaco Giovanni Moscherini, questa mattina, ha voluto tranquillizzare la cittadinanza dichiarando che "non c'è presenza di diossina dopo l'incedio di venerdì scorso a Tvn". Servendosi di una relazione stilata dall'Enel, il primo cittadino ha chiarito che l'olio bruciato con l'esplosione del trasformatore, era di ultima generazione, quindi non produce sostanze cancerogene  con la sua combusione. "Si esclude quindi - dichiara Moscherini - qualsiasi tipo di pericolo". Il Sindaco ha inoltre annunciato che a breve verrà costituita una commissione di lavoro dove parteciperanno Enel, Arpa, Ispra, Vigili del Fuoco, Asl e Osservatorio Ambientale, presenti tra l'altro, questa mattina al tavolo tecnico al quale ha partecipato anche il Sindaco. La commissione sarà coordinata dal delegato alla sicurezza del primo cittadino, il maresciallo Raffaele Golino, e parteciperanno anche i responsabili di porto, Tirreno Power e Protezione Civile. "Gli obiettivi - dichiara Moscherini - sono quelli di potenziare le strutture sul territorio secondo le esigenze del rischio riscontrato. Per esempio il comando dei Vigili del Fuoco e avere una Protezione Civile di primo livello, e soprattutto un ospedale adeguato alle esigenze del territorio. Sarà importante anche predisporre un regolamento di comportamento del Sindaco. Da questo tavolo dovrà scaturire un documento da presentare poi a Regione e Governo per i relativi finanziamenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civitavecchia, Moscherini: "Non c'è il rischio diossina dopo l'incidente a Tvn"

RomaToday è in caricamento