Civitavecchia

Mega impianto digestore, nuova assemblea pubblica ad Allumiere

I comitati contro il mega digestore si riuniranno presso la Sala Auditorium di Allumiere per ribadire il proprio no alla realizzazione della centrale termoelettrica. "Il cavallo di Troia per la Mega Discarica"

Nuova assemblea pubblica contro il mega-impianto digestore: “Il cavallo di Troia per la Mega Discarica”. Questa volta l’incontro si svolgerà ad Allumiere presso la Sala Auditorium. Presenti il Comitato No megadiscarica di Allumiere, il Forum ambientalista, il gruppo dei Lenzuoli bianchi contro la discarica, l’associazione Piazza Pulita, il comitato Nessun Dorma e l’Isde Associazione medici per l’ambiente.

Per i Comitati e i cittadini che già la scorsa settimana hanno partecipato all’incontro alla Pucci, durante il quale si era convenuto su un no congiunto alla realizzazione del mega digestore, almeno fino a quando l’ombra della megadiscarica aleggiava sull’aria, quell’impianto è una vera e propria centrale termoelettrica. Una porta spalancata alla venuta della discarica. Incontro durante il quale non sono mancati nemmeno dita puntate contro il sindaco di Allumiere Augusto Battilocchio, che avrebbe tenuto ben nascosto in un cassetto questo progetto, evitando di informarne i cittadini. Incontro a cui nei giorni a seguire sarebbe seguito, secondo i racconti, sarebbe finito a suon di cazzotti.

Cazzotti che avrebbero portato il Sindaco del comune collinare a rivolgersi ai sanitari per le cure del caso, dichiarando di voler sporgere denuncia contro il dottor Mocci esponente dell’Isde Associazione medici per l’ambiente. Accuse rispedite al mittente dallo stesso Mocci: “Prendo atto dalla stampa delle iniziative giudiziarie del sindaco Battilocchio nei miei confronti all’esito della Commissione Ambiente del Comune di Allumiere. Non intendo accettare il confronto con il Sindaco sul piano giudiziario – spiega il dottor Mocci – piano in cui vuole trascinarmi con ricostruzioni fantasiose, nel tentativo di screditarmi, di eventi di cui sono stato la sola vittima. Ho è avrò sempre a cuore le sorti del mio territorio, come cittadino e come medico, continuando a contestare pacificamente e lealmente gli abusi che, iniziando dal famigerato Si all’accordo con Enel per la Centrale a carbone, Battilocchio ha avvallato senza alcuna remora. Le Forze dell’Ordine e la Magistratura – prosegue il dottor Mocci – a cui mi rivolgerà faranno luce sull’episodio. Un puerile tentativo di rimestaggio ad opera del Sindaco, per far passare sotto tono il vero punto nodale del problema, ovvero, l’ennesimo attacco alla salute dei cittadini con la realizzazione di un’ulteriore impianto inquinante, ed è il conseguente rischio della localizzazione della Mega Discarica di Roma sul nostro territorio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mega impianto digestore, nuova assemblea pubblica ad Allumiere

RomaToday è in caricamento