Martedì, 15 Giugno 2021
Civitavecchia

Polverini rimuove Lollobrigida, Osservatorio regionale dei Trasporti preoccupato

"Al solito, la politica invece di fare il suo lavoro, che è quello di occuparsi del bene della collettività, pensa soltanto a risolvere i suoi "personali" problemi"

Prima "licenzia" qualche assessore e poi si dimette. E tra i licenziati c'è anche lui: l'assessore regionale alla Mobilità e ai Trasporti Francesco Lollobrigida.

Una brutta, anzi pessima notizia per i pendolari allarmati "per due ordini di motivi".

"Non si è tenuto conto - spiega il presidente dell'Osservatorio Regionale Trasporti, Simona Costamagna - del fatto che l'assessore Lollobrigida oltre ad aver evitato, cosa non trascurabile, tagli al trasporto ferroviario regionale come invece è accaduto in quasi tutte le regioni italiani, garantendo ancora un servizio all'utenza, ad aver dimostrato concretamente, attenzione e sensibilità nei confronti della rappresentanza dell'utenza attraverso la ratifica del Protocollo d'Intesa tra Regione Lazio - Assessorato alle Politiche della Mobilità e al Trasporto Pubblico Locale - e l'Osservatorio regionale sui Trasporti firmato il 14 dicembre 2010, si è sempre impegnato con coerenza e serietà nel condurre un assessorato difficile e in difficoltà  quale è quello regionale, ha coinvolto attivamente e ascoltato le segnalazioni di criticità e i contributi che le associazioni e i comitati di volta in volta portavano al tavolo di confronto infine, cosa di non poco conto si è circondato di uno staff efficiente e disponibile".

E ancora: "Crediamo che non si possa pensare di accorpare la delega alla politica della mobilità e dei trasporti regionale, comparto estremamente delicato ed in profonda sofferenza che coinvolge centinaia di migliaia di pendolari laziali ogni giorno, senza danneggiare per l’ennesima volta gli utenti, vanificando con un battere d’ali un proficuo lavoro di mesi e mesi di collaborazione con l’utenza, i cui frutti stavano finalmente cominciando ad intravedersi. La delusione è scontata. Al solito, la politica invece di fare il suo lavoro, che è quello di occuparsi del bene della collettività, pensa soltanto a risolvere i suoi “personali” problemi".

E il presidente dell'Osservatorio si chiede: "Oltre ai cittadini-utenti chi pagherà per questo?".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polverini rimuove Lollobrigida, Osservatorio regionale dei Trasporti preoccupato

RomaToday è in caricamento