Venerdì, 25 Giugno 2021
Civitavecchia

“I lavoratori precari dell’Asl vanno stabilizzati”

Il Presidente della Conferenza dei Sindaci dell’Asl Moscherini scrive al Commissario Regionale alla Sanità Polverini

Il presidente della Conferenza dei Sindaci dell’Asl Giovanni Moscherini ha scritto oggi al Commissario alla Sanità Regionale Renata Polverini, per chiedere la stabilizzazione dei precari in forza alla Asl/RmF, i quali da tempo rischiano il non rinnovo contrattuale alla luce del nuovo piano regionale di rientro dal disavanzo nel settore sanitario. “Sono numerosi i precari attualmente in forza alla Asl/RmF che, ormai da mesi, stanno combattendo per mantenere il loro posto di lavoro, a causa della paventata ipotesi di un non rinnovamento dei relativi contratti con l’azienda sanitaria locale. Sulla vicenda – scrive Moscherini nella lettera - risultano già prodotti numerosi solleciti di stabilizzazione alla Regione da parte della dirigenza Asl/RmF, soprattutto alla luce degli accordi intercorsi nel gennaio 2010 tra la dirigenza stessa e le organizzazioni sindacali di settore, in cui emergevano concrete possibilità di stabilizzazione per i precari in possesso dei requisiti necessari all’inserimento. Inoltre, si evidenzia come tali accordi risultino precedenti al Piano di Rientro del disavanzo sanitario varato dalla Regione Lazio, tra l’altro non costituendo la stabilizzazione di tale personale alcun problema di natura finanziaria per l’Asl/RmF e non comportando oneri aggiuntivi di alcun tipo, in quanto le immissioni in ruolo si riferirebbero a  personale la cui spesa risulta già storicizzata nei bilanci relativi agli anni pregressi. Sottolineo, inoltre – prosegue Moscherini - come in qualità di Presidente della Conferenza dei Sindaci dell’Asl ho personalmente informato della vicenda l’assise che stabilito unanimemente di attivarsi in favore dei precari”. All’interno della missiva, Moscherini ha evidenziato anche le problematiche di personale che affliggono la Asl/RmF a seguito delle recenti manovre di razionalizzazione della spesa sanitaria. “E’necessaria – scrive il Presidente della Conferenza dei Sindaci dell’Asl Moscherini – un’accelerazione del processo di stabilizzazione dei precari, nonché lo sblocco delle necessarie deroghe per le assunzioni a tempo indeterminato, al fine di sopperire alla cronica carenza di personale che affligge l’Asl/RmF e che costringe i lavoratori attualmente in forza all’azienda sanitaria a sopportare turni onerosi per garantire i dovuti livelli essenziali di assistenza. Tale necessità, è confermata soprattutto dalla crescente richiesta di prestazioni sanitarie su un territorio in cui insistono siti sensibili quali il centro di accoglienza presso l’ex caserma De Carolis, lo scalo portuale, la centrale a carbone di Torre Valdaliga Nord e Torre Valdaliga Sud, che richiedono un monitoraggio ed una attenzione costante. Per questo – conclude Moscherini – spero in una soluzione favorevole e condivisa alle esigenze dei lavoratori precari”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“I lavoratori precari dell’Asl vanno stabilizzati”

RomaToday è in caricamento