rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Civitavecchia Civitavecchia / Via Terme di Traiano

Soldi alla stampa, Paolo Gianlorenzo torna davanti al giudice

La Procura di Civitavecchia sospetterebbe che il giornalista sia coinvolto nel presunto accordo tra Moscherini e Sarnella per condurre una campagna elettorale denigratoria dell'avversario Tidei

Si torna a parlare del Polo termale che sarebbe dovuto sorgere a Civitavecchia a cura della Sar Hotel e delle indagini che vedrebbero indagato l'ex sindaco civitavecchiese Gianni Moscherini e alcuni giornalisti, uno in particolare, non di Civitavecchia. Paolo Gianlorenzo.
Sarà proprio quest'ultimo che il 2 ottobre dovrà presentarsi davanti al pm Lorenzo Del Giudice.

La Procura di Civitavecchia, infatti, sospetterebbe che il giornalista sia coinvolto nel presunto accordo tra l'ex Sindaco e l'imprenditore di Sar Hotel Giuseppe Sarnella. Accordo che come si ricorderà si pensa consistesse nell'affidamento dell'appalto per la realizzazione del comparto termale alla Sar Hotel in cambio del finanziamento di parte della campagna elettorale di Moscherini. Secondo quanto emerso e che avrebbe spinto gli inquirenti a scrivere i nomi di Moscherini, Sarnella e Gianlorenzo sul registro degli indagati, Sarnella avrebbe pagato un gruppo di giornalisti per screditare l'avversario dell'ex sindaco. Il candidato di centrosinistra e oggi sindaco della città, Pietro Tidei.
E sempre da quanto emerso sarebbe stato proprio Gianlorenzo a chiedere di essere ascoltato dal Pm Del Giudice, dopo che a luglio si era avvalso della facoltà di non rispondere.

Per lui si ipotizzerebbe il reato di corruzione. Stessa ipotesi di reato formulata dalla Procura di Viterbo in un'altra inchiesta che vedrebbe coinvolto sempre il giornalista: la macchina del fango contro Francesco Battistoni. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soldi alla stampa, Paolo Gianlorenzo torna davanti al giudice

RomaToday è in caricamento