Civitavecchia Civitavecchia

Costa concordia: partiti nella notte i soccorsi dal porto di Civitavecchia

L'incidente di questa notte che ha coinvolto la nave da crociera all'Isola del Giglio, al momento, ha causato la morte di 3 persone e 14 feriti

Uno squarcio lungo almeno 70 mt. sulla fiancata di sinistra e un'inclinazione di 80 gradi dalla parte opposta: si presenta cosi' la Costa Concordia, la nave naufragata ieri al Giglio. A bordo della nave sono in corso le operazioni di soccorso con i vigili del fuoco alla ricerca di eventuali dispersi. La nave e' a ridosso degli scogli.

L'imbarcazione era attesa a Savona per la prima tappa della crociera ''Profumo degli agrumi'' nel Mediterraneo, ed era partita circa due ore prima da Civitavecchia. "Ieri sera, non appena è scattato l'allarme per la nave da crociera 'Costa Concordia', da Civitavecchia sono partite tre motovedette della Capitaneria ed altrettanti rimorchiatori, un mezzo nautico ed una squadra di terra dei Vigili del Fuoco tra i primi mezzi di soccorso giunti sul posto, dove hanno operato per tutta la notte".  Lo rende noto un ufficiale della Capitaneria del Porto di Civitavecchia.

"Il coordinamento dei soccorsi spetta a Livorno, ma Civitavecchia - aggiunge - è il cosiddetto porto 'limitrofo' perché più vicino al luogo del naufragio. Noi continuiamo ad essere allertati. Inoltre abbiamo dirottato  -  conclude l'ufficiale - due navi di linea,  il traghetto 'Nuraghe' e la 'Cruise Barcelona' , dirette rispettivamente ad Olbia e a Barcellona". Ora circa 200 passeggeri dell'imbarcazione sono arrivati e ospitati nelle strutture alberghiere di Civitavecchia.

La paura arriva all'ora di cena, quando le 4.200 persone a bordo della Costa Concordia (oltre 3.000 dei quali  passeggeri e circa mille di equipaggio) sono a tavola ai ristoranti della nave da crociera nei pressi dell'Isola del Giglio: uno scossone, poi la luce che va via. Il tempo di capire quello che sta succedendo e l'invito ad indossare i salvagente e avvicinarsi alle scialuppe, ''per precauzione''. Qualcuno, a bordo, ha pensato al Titanic, di cui tra tre mesi, il 15 aprile, ricorre il centesimo anniversario dell'affondamento.

Secondo quanto rende noto il prefetto di Grosseto Giuseppe Linardi, il bilancio attuale dell'incidente è di 3 morti e 14 feriti. Non c'e' certezza che tutte le persone a bordo siano state recuperate: ''Deve essere ispezionata - spiega Linardi - la parte della nave che e' sott'acqua. Si procedera' con i  sommozzatori''.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costa concordia: partiti nella notte i soccorsi dal porto di Civitavecchia

RomaToday è in caricamento