Lunedì, 14 Giugno 2021
Civitavecchia

Gli immigrati della De Carolis inondano Civitavecchia

Gli immigrati dell'ex caserma De Carolis inondano Civitavecchia. Chi si improvvisa parcheggiatore nel luogo adibito alla sosta di fronte alla piscina di largo Galli, chi chiede l'elemosina ai semafori o in particolare davanti ai supermercati, magari portando il carrello con le buste fino alla macchina del cliente appena uscito dal negozio. Nella giornata di ieri, proprio il proprietario di un supermercato, esasperato dal viavai degli ospiti della de Carolis, è uscito con una mazza da baseball per minacciare gli immigrati, intimandogli di andarsene: "Più di una volta entrano persone terrorizzate, anziani soprattutto, che cercano rifugio nel mio negozio - dichiara il titolare - oppure le clienti non vengono più nel mio supermercato perché più volte hanno ricevuto molestie da questi ragazzi". Il commerciante inoltre aggiunge che tante volte si creano dei dissapori tra rom e immigrati che si litigano il posto di fronte all'ingresso del supermercato. Parlando con con alcuni di loro, tutti nigeriani, è emerso il fatto che nella caserma non mangiano bene e che non hanno la giusta assistenza sanitaria. Alla domanda su il perché non cercano lavoro invece che chiedere l'elemosina, hanno risposto che da quattro mesi sono sprovvisti di documenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli immigrati della De Carolis inondano Civitavecchia

RomaToday è in caricamento