Giovedì, 17 Giugno 2021
Civitavecchia

Sostituzione dei lampioni: Thaon De Revel e l'illuminazione a Led, è polemica degli astrofili

Diverse le motivazioni date dall'associazione civitavecchiese per bocciare l'iniziativa dell'assessore Mecozzi

“Non basta eseguire il rifacimento di un impianto di illuminazione, ma bisogna prima verificare che tipo di impianto si va ad installare”. È con queste parole che l’associazione astrofili civitavecchiese boccia l’idea di Mecozzi, già in corso d’opera peraltro, di sostituire i lampioni in via Thaon De Revel con 45 punti luce a Led.


 “Ci permettiamo di dire al neo Assessore che non basta eseguire il rifacimento di un impianto di illuminazione ma bisogna prima verificare che tipo di impianto si va ad installare”. E spiegano i motivi per cui questo tipo di illuminazione non è adatto al lungomare. A cominciare dalla luce accecante “che può provocare abbagliamento e memorizzazione della luce nella retina”. Ma non solo. Il Led è “il nemico numero uno dell’osservazione e fotografia astronomica” per non parlare poi della “microfauna” che attira questo tipo di illuminazione. “Più delle comuni lampade al sodio alta pressione provocandone la moria in abbondanza”. E su questo l’associazione astrofili civitavecchiese, chiede all’assessore all’Ambiente Roberta Galletta di intervenire.

Insomma: “L’installazione di apparecchi di arredo urbano deve tener conto: della forma e colore degli apparecchi, delle loro  caratteristiche ed emissione luminosa,  dei pali”. Pali e apparecchi che devono “essere perfettamente integrati nell’ambiente circostante al fine di valorizzare la città notturna ed in particolar modo il centro storico”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sostituzione dei lampioni: Thaon De Revel e l'illuminazione a Led, è polemica degli astrofili

RomaToday è in caricamento