Venerdì, 24 Settembre 2021
Civitavecchia Civitavecchia

Hcs e Città Pulita, aperta ufficialmente la strada dei licenziamenti e cassa integrazione

A casa 50 lavoratori dei 242 assunti negli ultimi mesi dall'amministrazione Moscherini. Problemi per la cassa integrazione, la Regione Lazio non avrebbe infatti i fondi per farsene carico

Aperta ufficialmente la strada alla cassa integrazione e ai licenziamenti per i dipendenti di Hcs e di Città Pulita. Per Argo e Ippocrate invece la discussione è stata rimandata. Da oggi, il professor Enrico Moscati e il commercialista Mauro Iovino, nominati liquidatori della Holding, hanno preso in mano le redini della società.

E con la dichiarazione di crisi aziendale la strada alla cassa integrazione e ai licenziamenti è aperta ufficialmente. Qualche difficoltà però si sta registrando per quanto riguarda la cassa integrazione. Infatti la Regione Lazio non avrebbe fondi a disposizione. Intanto sono stati licenziati già 50 dipendenti dei 242 assunti a tempo determinato sotto l'amministrazione Moscherini. Due i dirigenti messi alla porta. Almeno per il momento. E di Hcs si parlerà questo pomeriggio durante il Tavolo per il lavoro, lo sviluppo, l'ambiente e la salute indetto con le organizzazioni sindacali e i Comuni del distretto, le forze sociali, gli attori sociali ed economici del territorio. "Punto di partenza - spiegano i sindacati - per costruire un progetto ambizioso teso al rilancio economico e produttivo del territorio".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hcs e Città Pulita, aperta ufficialmente la strada dei licenziamenti e cassa integrazione

RomaToday è in caricamento