Martedì, 22 Giugno 2021
Civitavecchia

Civitavecchia. Giannini: "Il Centrosinistra rischia di incamminarsi sull’orlo di un crinale"

Il segretario dei Giovani Democratici Stefano Giannini, replica alle dichiarazioni di Serpente e Meloro rispolverando i valori di una politica sana

Si comincia male e, così procedendo, il Centrosinistra rischia di incamminarsi sull’orlo di un crinale. Le dichiarazioni rilasciate da Serpente e Meloro, sono un segnale inquietante per chi auspica una democratica ed aperta campagna elettorale, basata sulla partecipazione attiva dei cittadini e non più sulla storica divisione “fra Guelfi e Ghibellini”, i quali mirano ad un’estrema e dannosa personalizzazione del confronto politico, in cui ancora una volta prendono corpo le vetuste brame dell’antico e trasversale “Fronte del Porto” che, sia detto in assoluta chiarezza, ha rappresentato e rappresenta tuttora, in un’ottica evolutiva ormai più che decennale un “Potere forte” se non il vero e proprio “Potere forte” della città.
Siamo fra coloro che auspicano democrazia, rinnovamento, partecipazione, libertà, ma anche autorevolezza, prestigio, competenza, trasparenza, onestà. Valori per la cui professione non bisogna pagare alcun prezzo personale ma che bisogna praticare con la consapevolezza ch’è “sventurato quel paese che ha bisogno di eroi”. Questi valori ci rendono consapevoli che bisogna restituire ai cittadini il potere di decidere i propri rappresentanti, ponendo fine al progressivo allontanamento tra Politica e Società.
Noi pensiamo che le primarie (d’accordo con Vendola, in questo caso) rappresentino il viatico giusto verso una soluzione che riproponga un metodo di grande rinnovamento rispetto al recente passato, ed un grande strumento di Democrazia partecipata: siano i cittadini a scegliere sulla base delle proposte che verranno avanzate, senza preclusioni, pregiudizi , falsi moralismi e, quel che è peggio, senza personalizzare il confronto che, così procedendo, è destinato a radicalizzarsi in uno scontro.
Da questo punto di vista siamo convinti che il tema del rinnovamento non sia scindibile  dal percorso delle Primarie, e ritieniamo dunque inopportuno che due “vecchi” protagonisti della politica locale: Meloro e Serpente, possano porre veti basati non su proposte politiche, ma su opportunismi che vanno a sminuire il ruolo delle primarie stesse.
Il sospetto è che il fronte del Porto, Guelfi o Ghibellini che siano, vogliano contrastare quel processo democratico che, finalmente, consentirà di restituire agli elettori la possibilità di decidere il proprio futuro.


Stefano Giannini Segretario Giovani Democratici Civitavecchia
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civitavecchia. Giannini: "Il Centrosinistra rischia di incamminarsi sull’orlo di un crinale"

RomaToday è in caricamento