Domenica, 13 Giugno 2021
Civitavecchia

Giovani Democratici: "Civitavecchia non è una città per giovani"

Tracciate le linee guida della campagna dei Giovani Democratici. A breve il primo congresso per il coinvolgimento dei ragazzi civitavecchiesi

Comincia l'impegno nella campagna dei Giovani Democratici di Civitavecchia. Questa mattina durante la conferenza stampa, sono state presentate le linee guida, in particolare "fermare questo meccasismo clientelare per quanto riguarda l'occupazione". E a nome di tutti i giovani civitavecchiesi, fanno un appello: "Appurare chi veramente merita i posti di lavoro".

Come annuncia il segretario dei Giovani Democratici, Stefano Giannini: "Per evitare che molti ragazzi vadano via da questa città, dobbiamo informarci su che base vengono fatte le scelte occupazionali." In special modo il discorso si incentra sulle municipalizzate e sul porto di Civitavecchia, fulcro principale della città costiera. "Dalla sua elezione Moscherini - prosegue Giannini -  ha portato al comune circa 100 persone tra articoli 90 e consulenze esterne, molte di queste con posizioni assolutamente ingiustificabili rispetto le loro effettive competenze.

Per non parlare di Hcs, ormai con una pianta organica tale da rischiare pignoramenti che Moscherini stesso ha cercato di nascondere. Adesso basta, chiediamo che la giunta giustifichi tutte queste assunzioni, che siano resi pubblici curriculum e professionalità. Discorso analogo per l’Autorità Portuale, anch’esso un ente pubblico di cui è a capo il braccio destro del nostro Sindaco, Pasqualino Monti, ed in cui sono state ultimamente assunte circa 50 persone.

Pare che qui si sia arrivato addirittura ad assunzioni a tempo indeterminato, per le quali dovrebbe essere necessario un concorso. Perché vige la più totale riservatezza, a partire dallo stesso Presidente di cui è impossibile reperire il curriculum? Attenzione, qui non si sta  puntando il dito contro scelte individuali che giustamente può fare un ente, su alcune professionalità di fiducia.

Qui stiamo sottolineando quello che è ormai un sistema clientelare e fuori controllo. Per non parlare di alcune spese ed alcuni compensi che soprattutto ora, in tempo di crisi, definiamo indecenti. E’ vero che il Direttore Generale in 5 anni si è preso dalle casse di Civitavecchia ben 600.000 euro? E’ vero che per questa carica è necessario avere una laurea, che allo stato attuale non sussiste? E’ vero che la corte dei conti potrebbe chiamare ai danni il comune, per aver nominato un Direttore Generale privo di laurea?

Ed ancora è vero che a uomini di fiducia di Moscherini, sono state elargite indennità sostitutive (un modo per dare altri soldi oltre allo stipendio) per un ammontare complessivo di 74.000 euro? E’ vero che una di queste indennità è stata assegnata all’autista del Sindaco? E per quanto riguarda l’Autorità Portuale, è vero che sono state elargite parcelle di oltre 90.000 euro per collaudi concernenti opere a mare connesse alla trasformazione a carbone della centrale Enel?".

A breve ci sarà il primo congresso dei Giovani Democratici, dove si parlerà proprio di questi temi e si cercherà di coinvolgere più ragazzi possibili affinché "Civitavecchia" che "non è una città per giovani", possa cambiare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani Democratici: "Civitavecchia non è una città per giovani"

RomaToday è in caricamento