Lunedì, 20 Settembre 2021
Civitavecchia Civitavecchia / Via Terme di Traiano, 20

Una nuova era all'orizzonte, l'opposizione torna ad opporsi

Dopo mesi di assenteismo per smaltire la sconfitta alle elezioni e comprenderne le ragioni, i tre esponenti del Pdl Frascarelli, Galizia e Carraffa tornano a far sentire la loro voce rivendicando il ruolo di oppositori costruttivi

Impossibile che una amministrazione si comporti da ricevitore e battitore allo stesso tempo. Non può elogiarsi e bacchettarsi da sola ricoprendo così il ruolo di opposizione e maggioranza all'interno di un consiglio comunale. A pensarlo sono gli esponenti Pdl Giancarlo Frascarelli, Simona Galizia e Patrizio Carraffa. Tornati a cavalcare lo scenario politico su diretta richiesta dei cittadini, esasperati da questo silenzio assordante da parte dell'opposizione. L'ago di bilancia che dovrebbe suggerire, proporre, rimproverare e bloccare la maggioranza qualora gli atti da essa varati tendono a ledere proprio i diritti di chi li ha messi a governare. Anche se per Simona Galizia "se oggi chiamassimo i civitavecchiesi ad esprimere, tramite referendum, la loro opinione su questa amministrazione, non credo che nessuno di loro vorrebbe Tidei come sindaco".

Un'amministrazione, quella seduta a palazzo del Pincio che non produce atti. Dalla giunta, al consiglio comunale. "Più volte ci hanno bacchettati per non aver chiesto e ottenuto finanziamenti europei. Il bando ora è scaduto a dicembre e il comune di Civitavecchia - ha aggiunto Galizia - non ha presentato alcuna proposta". Niente soldi dall'Europa dunque. Ma c'è anche di più. Dai continui attacchi alla passata amministrazione per gli aumenti altrimenti ingiustificati di Tia e Imu, alla volontà di portare a termine i lavori iniziati da Moscherini. Ma senza alcuna polemica, o attacco, quello che il Pdl oggi vorrebbe poter costruire in città è un clima diverso. Fatto di collaborazione tra maggioranza e opposizione. "Se Tidei non riesce a governare chieda aiuto, noi siamo pronti a metterci a completa disposizione, per il bene della città".

Ma non solo. Da oggi inizia anche il momento di iniziare a preparare un progetto per il futuro. È arrivato il momento di iniziare a preparare la classe dirigente di domani, quella che dovrà sostituire l'attuale amministrazione. "Grazie alle conoscenze di Simona, alla buona volontà di Giancarlo e alla mia piena disponibilità - ha spiegato Carraffa - a breve inizieremo a fare le nostre proposte anche all'interno del consiglio comunale in attesa delle prossime elezioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una nuova era all'orizzonte, l'opposizione torna ad opporsi

RomaToday è in caricamento