Giovedì, 24 Giugno 2021
Civitavecchia

Estate, ancora problemi per i frequentatori delle spiagge di Sant'Agostino

Traffico, strade dissestate, parcheggi inesistenti e troppo sovraffollamento. I cittadini chiedono interventi urgenti per la salvaguardia della loro sicurezza

Arriva l'estate e le domeniche, come è giusto che sia, si trascorrono al mare. Fin qui nessun problema. Il vero problema però arriva quando l'affluenza, forse anche troppa, si trasforma in vero e proprio caos.

Non solo ombrelloni attaccati gli uni agli altri con bagnanti che quasi forzatamente sono "obbligati" a socializzare con dei vicini che non si conoscono e forse mai avresti voluto conoscere. O ancora bambini che giocano e inevitabilmente disturbano quanti invece avrebbero preferito trascorrere una giornata tranquilla e rilassante sulla spiaggia. Ma all'affollamento delle spiagge deve aggiungersi anche e soprattutto lo stress delle lunghe code, spesso chilometriche che si formano per recarsi al mare. Si procede a passo d'uomo e quando si arriva piacerebbe tirare un sospiro di sollievo. Ma anche questa volta niente da fare. Tra la sabbia sollevata dalle auto davanti alla propria si cerca uno spiraglio dove parcheggiare così da potersi lanciare direttamente in spiaggia. E a volte, anzi spesso, l'impresa è più ardua del previsto. Si potrebbe addirittura di rischiare di restare lunghi, lunghissimi minuti in coda a girovagare tra le dune che la sabbia trascinata dal vento ha creato tutto intorno.

Parliamo della spiaggia di Sant'Agostino. La più affollata del litorale Roma Nord. Che ogni anno ospita tantissimi, forse quasi tutti, civitavecchiesi, nonostante sia già in provincia di Viterbo. Per raggiungere la spiaggia quella strada nasconde tantissime spiacevoli sorprese. A parte le carreggiate strette, invase da arbusti, foglie secche, a fare la loro parte ci si mettono anche quei piccoli "crateri" che rendono il viaggio un vero e proprio percorso ad ostacoli. Non meno diversa è la storia legata ai parcheggi. Una storia che ormai convive da anni con l'estate civitavecchiese. E che ora vede introdursi anche un nuovo protagonista. Il parcheggiatore abusivo. Con un tavolinetto di plastica un ombrellone sgangherato e una seggiola sta lì in attesa che il "malcapitato" bagnante faccia il suo ingresso. Lì pronto a riscuotere la sua parte. Per un parcheggio che parcheggio non è.

E ancora una volta tutti, dai cittadini ai bagnini, ai gestori degli stabilimenti chiedono a gran voce che qualcuno intervenga. Per il bene di tutti. Sperando che almeno per il prossimo anno, i civitavecchiesi possano trovare un'accoglienza al mare ben diversa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estate, ancora problemi per i frequentatori delle spiagge di Sant'Agostino

RomaToday è in caricamento