Civitavecchia

Diportisti: si ribadisce la necessità di nuovo approdo per Civitavecchia

Dopo l'incontro dei giorni scorsi con i cittadini, il primo cittadino ha chiesto all'assessore Pierfederici di redigere un nuovo censimento in tempi brevi di tutte associazioni di diportisti e titolari di barche nelle zone in fase di delocalizzazione

Si è svolto nei giorni scorsi l’incontro fra la “Base Nautica” e l’amministrazione comunale. L’associazione dei circa 200 diportisti cittadini ha svolto un briefing all’aula Pucci al quale sono stati invitati il Sindaco Moscherini e l’Assessore al Mare e Demanio Andrea Piefederici.

Durante l’incontro, il primo cittadino e l’Assessore hanno ascoltato le varie istanze proposte dagli associati, i quali, ancora oggi ribadiscono la necessità di realizzare un approdo che risponda alla penuria di posti barca sul territorio e rappresenti una collocazione dignitosa e definitiva ai natanti che oggi sono ospitati in bacini come il porto storico o la buca di Nerone.

Questi due siti, a breve, saranno oggetto di delocalizzazione, vista l’imminente partenza dei lavori del Marina Yachting e della Darsena Energetica Grandi Masse. Inoltre, molti diportisti cittadini ad oggi sono costretti a riporre la propria barca in luoghi non idonei, come ad esempio garage o giardini, vista la totale carenza di posti barca nella zona. “Ho ribadito – ha spiegato il Sindaco – che l’unica soluzione per i diportisti locali è la realizzazione di una struttura leggera e adeguata, che risponda alle  loro esigenze e sia al tempo stesso compatibile con le prescrizioni ambientali previste dalla legge”. “E’ nelle intenzioni dell’amministrazione comunale – ha aggiunto il primo cittadino – realizzare in tempi brevi ed a costo zero per il Comune, a nord della centrale Enel, un approdo che risolva tali problematiche”.

“Anche se il sottoscritto e l’Assessore Piefederici hanno profuso il proprio impegno in questo senso – ha specificato il Sindaco Moscherini –  non è stato possibile dare seguito al progetto perché, nonostante la realizzazione dell’approdo sia una prescrizione a carico della Società realizzatrice della Darsena Grandi Masse e dunque a costo zero per la comunità, durante la gestione precedente dell'Autorità Portuale, il suo iter è stato inficiato dall’errata procedura amministrativa indetta dall'Autority, che invece di snellire la procedura realizzatoria ha messo a gara un’opera praticamente già affidata, bloccando di fatto questa infrastruttura fondamentale per la città”.

In conclusione, il Sindaco ha incaricato l’Assessore Pierfederici di redigere un nuovo censimento in tempi brevi di tutte associazioni di diportisti e titolari di barche nelle zone in fase di delocalizzazione, per poi predisporre, insieme all’Autorità Portuale e la Capitaneria di Porto, la ripartenza dell’iter per la realizzazione del tanto ambito approdo per i Civitavecchiesi.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diportisti: si ribadisce la necessità di nuovo approdo per Civitavecchia

RomaToday è in caricamento