CivitavecchiaToday

Contrasto con l'amministrazione, si dimette il presidente del Comitato S. Liborio

"Al fine di evitare problematiche al Comitato di quartiere nei futuri rapporti con il Comune, con la presente rassegno le mie dimissioni da presidente della delegazione"

Da una parte il Comitato di quartiere San Gordiano-Boccelle soddisfatto per la revoca della delibera sui piani di zona che di fatto scongiurerebbe la "cementificazione selvaggia" nel quartiere. Dall'altra invece un Comitato di quartiere, anzi un presidente di Comitato, quello di San Liborio, in netto contrasto con l'amministrazione comunale.

Tutta colpa dell'iniziativa "PuliAmo Civitavecchia". Manifestazione organizzata dall'amministrazione comunale e volta alla sensibilizzazione dei cittadini nel mantenere pulite le aree cittadine. Paletta e scopa alla mano i civitavecchiesi erano stati chiamati ad adunanza anche domenica scorsa per dare una mano agli operatori di Città Pulita nella pulizia di parchi e strade. E in tanti hanno risposto all'appello. Tranne il Comitato di quartiere di San Liborio.

Il perché del boicottaggio è semplice. Lo stesso sabato, il giorno prima della manifestazione organizzata dagli amministratori di palazzo del Pincio, il Comitato aveva organizzato una simil manifestazione. "La delegazione Quartiere San Liborio - spiegano in una nota diffusa su Facebook - non aderirà all'evento in segno di protesta contro il divieto imposto di convogliare tale manifestazione in quella attuata questa mattina (ricordo, presenti: 150 bambini, genitori, Sindaco, rappresentanti comunali e 50 persone. Sarebbe stata una grande occasione, preclusa da decisioni che non hanno contemplato le nostre idee)".

Squarcio così ampio da portare il presidente della delegazione, Beniamino Mazzoni, a rassegnare le dimissioni. "Decisione irrevocabile". E anche il perché della decisione è stato postato su Facebook: "Seguitamente a contrasti con alcuni rappresentanti dell'amministrazione comunale, comunque espressi da parte mia, con educazione e senso civico, ricevendo preclusione al dialogo, soprattutto legati alla manifestazione PuliAmo Civitavecchia, al fine di evitare problematiche al Comitato di quartiere San Liborio nei futuri rapporti con il Comune, per il bene di tutti, e comunque, contribuendo attivamente fino alle operazioni di nomina di un nuovo rappresentante, con la presente rassegno le mie dimissioni da presidente della delegazione. La decisione - prosegue Beniamino Mazzoni - è irrevocabile".

E si lancia anche in considerazioni personali: "Questa città non è ancora in grado di sfruttare le enormi capacità collaborative dei singoli cittadini, e gli individualismi interessati di alcuni persone, forti della loro posizione e della collaborazione dei mass media, oltre a perseguire l'obiettivo di sudditanza a scopo propagandistico dei Comitati stessi, ricordano alcuni comportamenti della passata Giunta che ho sempre ferocemente contrastato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento