Civitavecchia

Civitavecchia. Canile municipale, "Una soluzione c'è: un'area presso il complesso penitenziario di Aurelia"

Il segretario generale Fp Cgil Diego Nunzi ripropone una soluzione già da tempo annunciata per il bene del canile municipale

Come andrà a finire la questione del canile municipale? Tra i mille interventi a tale quesito, torna sulla vicenda il segretario generale Fp Cgil Diego Nunzi, che propone una soluzione: "Ricorrono in questi giorni annunci che riguardano il canile, si chiude, non si chiude più… Cittadini volontari che chiedono garanzie e come sempre, puntuali arrivano dichiarazioni rassicuranti. Bene, anzi, male. Alcuni giorni fa, nel corso di una conferenza stampa, lanciammo una proposta che rappresentava, ed a nostro avviso è ancora valida, una soluzione seria, economica e con molteplici vantaggi ed opportunità sociali. Nessuno però ha raccolto l’idea, ma convinti della concretezza, la rilanciamo. Esiste un’area presso il nuovo complesso penitenziario di Aurelia destinabile ad ospitare il canile, nessun bisogno di espropri, nessuna occupazione di spazi destinabili ad altro. La realizzazione del canile municipale presso la struttura in narrativa, potrebbe assolvere ad un duplice scopo sociale, garantendo al contempo agli amici dell’uomo di essere tenuti in condizioni di sicurezza al di là di rischi connessi al posizionamento del canile e, non meno socialmente importante, offrirebbe la possibilità di impiegare nel trattamento degli animali anche detenuti sottoposti a regimi detentivi ridotti. In molti altri paesi la cura di animali abbandonati, costituisce percorsi di reinserimento anche a persone in stato di detenzione o con pene alternative ad essa. Anche ai profani della materia, non sfugge la particolarità del contatto con gli animali quale elemento rieducativi e riabilitativo e socializzante, sarebbe un vero spreco, a nostro avviso, anche considerando la carenza di opportunità di reinserimento che il nostro territorio offre, non tentare questa strada. Precisiamo che l’opera potrebbe, anzi, dovrebbe essere realizzata al di fuori della cinta muraria, e che in nessun caso comporterebbe restrizioni né occupazionali nè per l’opera dei volontari. Facciamo quindi appello a tutte le forze politiche affinchè la nostra proposta, scevra di fini elettorali e propagandistici, sia valutata attentamente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civitavecchia. Canile municipale, "Una soluzione c'è: un'area presso il complesso penitenziario di Aurelia"

RomaToday è in caricamento