Civitavecchia

Guardia di Finanza di Civitavecchia: Delegazione della Repubblica Nigeria in visita

Tra le cooperazioni internazionali delle forze di polizia, assume particolare rilievo la formazione di personale delle istituzioni di polizia dell’area africana

Una delegazione di funzionari ed ufficiali delle forze di polizia della Repubblica federale della Nigeria, si è recata presso la caserma “Giacinto Bruzzesi”, per affinare la conoscenza delle procedure operative in uso alle Fiamme Gialle del Comparto Costiero della Regione Lazio. La delegazione, opera nei settori anti immigrazione clandestina e doganale, attualmente ospite presso il Centro di Specializzazione della Guardia di Finanza di Orvieto, per la frequenza di corsi specialistici afferenti le attività di Polizia di Frontiera.

Nei progetti di cooperazione di polizia con l’Unione Europea ed Interpol, il governo della Nigeria ha identificato nelle Fiamme Gialle, il Corpo qualificato per professionalità addestrative ed operative, in grado di accrescere la preparazione dei propri funzionari e ufficiali di polizia, nel contrasto alla pirateria marittima e ai traffici illeciti, perpetrati lungo le frontiere delle coste africane, nell’ambito di una struttura di coordinamento per combattere la criminalità organizzata e il terrorismo che vede coinvolti i governi della Benin, del Ciad, della Nigeria, del Camerun, e del Niger.

I visitatori sono stati accolti dal Comandante del Reparto Operativo Aeronavale, Colonnello Virgilio Giusti, dal Comandante della Stazione Navale, Capitano Attilio Spampinato, dal Capitano Alberto Lippolis, Comandante della Sezione Operativa e Unità Navali di Civitavecchia e dal Comandante della Compagnia, Capitano Fabio Ciancetta e il Tenente Sara Venturoni, Comandante della 1^ Sezione Operativa del citato reparto territoriale.

Nel corso dell’incontro, sono state illustrate ai frequentatori stranieri, mediante videoproiezione di un briefing operativo nella loro lingua ufficiale, le procedure in uso alla Guardia di Finanza nel contrasto alla pirateria marittima e ai traffici illeciti condotti via mare lungo le coste del Mediterraneo, in danno agli interessi economici nazionali e comunitari, con particolare riferimento alle esperienze acquisite dai finanzieri alla sede di Civitavecchia, nel corso della attività aeronavale svolta in ambito regionale ed internazionale nella lotta ai sodalizi criminali.

Successivamente, la delegazione ha visitato, con interesse, gli apprestamenti logistici della dipendente Stazione Navale, situati nell’area della Darsena Romana all’interno del porto di Civitavecchia, assistevano  ad una esercitazione delle unità cinofile della Compagnia, con la ricerca di sostanze stupefacenti nascoste all’interno di un’autovettura in transito negli spazi portuali, situazione che spesso si verifica nello scalo laziale; dopo aver preso imbarco a bordo del guardacoste “G.200 Brigadiere Buratti”, prima unità della classe di unità da crociera operativa di moderna generazione della flotta navale della Guardia di Finanza, gli ospiti africani hanno assistito ad una esercitazione aeronavale, nelle antistanti acque portuali, che hanno visto l’intervento delle unità navali e aeree del Reparto Operativo Aeronavale.

Al termine dell’incontro i visitatori hanno espresso vivo compiacimento e soddisfazione, per le tematiche trattate e per la professionalità dimostrata dai militari della Guardia di Finanza.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardia di Finanza di Civitavecchia: Delegazione della Repubblica Nigeria in visita

RomaToday è in caricamento