Domenica, 13 Giugno 2021
Civitavecchia

Consiglio comunale, De Angelis: "Contestazioni frutto di bugie"

L'assessore al Bilancio Gian Piero De Angelis interviene in merito al consiglio di lunedì, durante il quale, alcuni tra il pubblico hanno protestato per i mancati stipendi ai dipendenti di Hcs

L’assessore al Bilancio Gianpiero De Angelis interviene sugli avvenimenti che hanno caratterizzato il consiglio comunale di lunedì. “La bagarre messa in piedi ieri – afferma De Angelis - è stata organizzata in modo plateale dall’opposizione, con a capo Marietta Tidei, con il pretesto di contrastare il ritiro, per un fatto esclusivamente tecnico, del provvedimento di trasformazione in società mista di Hcs.

I lavoratori, per la stragrande maggioranza in buona fede, hanno manifestato soprattutto perché impauriti strumentalmente da un’opposizione che si è affannata a travisare la verità e disinformare sui fatti. In realtà – dichiara De Angelis - l’atto approvato in giunta è totalmente diverso da quello ritirato in consiglio comunale. Tutto ciò, è avvenuto nella massima trasparenza e rispetto della legge, ed è bene che i lavoratori lo sappiano.

Quindi, non v’è alcuna diabolica macchinazione in danno dei lavoratori a differenza di quello che dice l’opposizione. Durante la seduta, il consigliere Marietta Tidei mi ha sfidato a mostrare gli attributi in aula, convinta forse che non avessi il coraggio di rispondere. Mi dispiace averle rovinato la giornata, ma come ha potuto notare di risposte ne ho date, sia a lei, sia ai sindacati che ai lavoratori.

A rafforzare la mia pessima impressione sui suoi modi alquanto bassi di fare politica, c’è tuttavia il fatto che la Tidei, seguita da suo padre, è ormai impegnata notte e giorno a creare gazzarre di ogni genere, mobilitando persone, lavoratori, comparse e teatranti, cercando di approfittare dello stato di preoccupazione che accomuna tutti gli italiani e criticando l’amministrazione Moscherini.

A tutto ciò, rispondo facendo un nome a caso: ad esempio Pietro Tidei. Costui, infatti non si è particolarmente distinto quanto a produttività della sua attività da parlamentare del Pd, prendendo forse a scusa il fatto di trovarsi all’opposizione dell’ex governo Berlusconi. Oggi, tuttavia, fa parte della maggioranza del nuovo governo Monti e non mi sembra che la musica sia cambiata.

Inoltre – prosegue De Angelis - invece di lavorare per il bene del territorio e della nazione, notiamo che preferisce candidarsi a sindaco e abbandonare l’attività di parlamentare per cui era stato scelto, proseguendo la scia di abbandoni che caratterizza la sua carriera politica. I continui proclami sul dissesto del Comune e delle società partecipate, ripetuti fino alla noia dai due Tidei non mi spaventano. Soprattutto perché è sotto gli occhi di tutti che questa amministrazione da cinque anni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale, De Angelis: "Contestazioni frutto di bugie"

RomaToday è in caricamento