rotate-mobile
Civitavecchia Civitavecchia

Convocata la conferenza dei sindaci della Asl Roma F

L'incontro è stato fortemente voluto dal primo cittadino di Civitavecchia. Sul tavolo questioni importanti come il finanziamento da parte della Regione dell'azienda sanitaria del territorio

È tornata a riunirsi attorno a un tavolo la conferenza dei sindaci della Asl Roma F. Fortemente voluta dal sindaco di Civitavecchia Pietro Tidei. Punti essenziali dell’incontro: rivendicare il ruolo di programmazione e controllo sulla sanità, intraprendere politiche di risparmio e di razionalizzazione della spesa e riproporre alla Regione Lazio le questioni ancora sospese con azioni comuni e coordinate.

“L’ho convocata – spiega Tidei – rivendicando per le comunità locali un ruolo di indirizzo programmatico. In un momento di crisi e di tagli alla spesa, come questo, esplode la domanda di sanità pubblica e sono proprio i comuni i terminali ultimi delle richieste dei cittadini che vanno conciliate con le scarse risorse disponibili. Razionalizzare – ha detto Tidei – la rete dei poliambulatori, ad esempio, significa drenare utenza dagli ospedali ma anche evitare sprechi e duplicazioni. E soprattutto significa – ha aggiunto il primo cittadino – migliorare il servizio ai cittadini in termini di minori attese e maggiore vicinanza”. E proprio sulle attese e sui problemi legati ai disservizi della Asl Tidei aveva puntato uno dei suoi discorsi durante il consiglio comunale, quando aveva bacchettato la Asl e quel personale che anziché prestare attenzione alle esigenze dei cittadini, si dedicava ad altre attività.

Sul tappeto anche la sorte ancora incerta dell’ospedale di Bracciano e quella ancor più incerta della risonanza magnetica all’ospedale di Civitavecchia e del suo reparto di emodinamica che resta chiuso per assenza di medici. “Sono questioni sulle quali la Regione ci deve delle risposte – ha detto il Sindaco – e senza le quali rischiamo di veder fallire anche iniziative di grande interesse” come la posa della prima pietra al reparto di chirurgia finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia. “Si tratta della Asl meno finanziata di tutta la Regione che per ora ha di fatto bloccato queste disponibilità proprio a danni del nostro territorio, dei nostri utenti, di chi insomma ha reso possibili queste economie sopportandone il peso”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Convocata la conferenza dei sindaci della Asl Roma F

RomaToday è in caricamento