Civitavecchia Via Padri Domenicani

Referendum sull'assetto istituzionale, il popolo della città raccoglie le firme

Solo grazie al contributo e all'impegno di ciascuna persona, delle associazioni e del comitato che credono in questa causa sarà possibile raggiungere le 2 mila firme che consentiranno ai cittadini di esprimersi in merito al proprio futuro tramite il referendum".

Un banchetto a favore del Referendum per decidere il futuro assetto istituzionale del territorio. A promuoverlo è il Popolo della città che sabato, dalle 10, sarà presente in via Padri Domenicani., nei pressi del centro commerciale Eurospin.

"I promotori e i sostenitori dell'iniziativa che stanno raccogliendo le firme con banchetti sparsi in tutta la città - spiega il presidente dell'associazione, Antonio Cacace - sono convinti che la futura collocazione di Civitavecchia non debba essere un affare interno al Consiglio comunale e tantomeno ridursi a una faida tra partiti e schieramenti politici o, peggio ancora, il frutto dei tornaconti personali di qualcuno perché la questione riguarda il futuro dell'intera comunità di Civitavecchia e di intere generazioni".

Cacace sottolinea anche come "dietro alla richiesta di questo referendum non vi sono lobby, partiti politici o grandi risorse finanziarie ma solo un gruppo di persone impegnate a titolo personale e in maniera volontaria e trasparente che credono nella partecipazione diretta dei cittadini alla gestione della cosa pubblica. Si va ben oltre la mera protesta. Solo grazie al contributo e all'impegno di ciascuna persona, delle associazioni e del comitato che credono in questa causa - conclude Cacace - sarà possibile raggiungere le 2 mila firme che consentiranno ai cittadini di esprimersi in merito al proprio futuro tramite il referendum".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum sull'assetto istituzionale, il popolo della città raccoglie le firme

RomaToday è in caricamento