Civitavecchia

Civitavecchia. "Quando chiudera’, se chiudera’, il centro di accoglienza allestito presso la ex De Carolis?"

Il Popolo della Città: "Bisogna evitare che la struttura diventi un centro di accoglienza permanente e pertanto deve essere chiusa come promesso ad inizio emergenza"

L'emergenza immigrazione legata alla primavera araba e alla guerra di Libia è finita nel Paese ma continua a Civitavecchia in forma di emergenza igienica, sociale e di ordine pubblico. Sono infatti circa 600 i migranti ospitati attualmente presso la ex Caserma De Carolis. Bisogna evitare che la struttura diventi un centro di accoglienza permanente e pertanto deve essere chiusa come promesso ad inizio emergenza. Le Istituzioni locali devono impegnarsi affinché una situazione già tesa a causa dei recenti furti, dell’accattonaggio e del rovistaggio nella spazzatura, non diventi ancora più insostenibile ed inaccettabile per la popolazione perché questo i civitavecchiesi non lo meritano.

In questo periodo abbiamo dimostrato di essere solidali e di saperci sacrificare quando il Paese lo chiede, è una nostra prerogativa e la storia recente e passata di Civitavecchia sta lì a dimostrarlo. Ora l’emergenza immigrazione è finita e qualcuno deve dirci quando torneremo alla normalità. Il centro non funziona più e con il passare del tempo sta dimostrando di essere inadeguato per questa destinazione d’uso e poi non sussistono più le prerogative che ne hanno determinato l’apertura e per questo va smantellato.

L'accoglienza dimostrata da Civitavecchia sino ad oggi è un grande segno di civiltà e di solidarietà. Non possiamo però accettare che qualcuno approfitti della buona fede dei cittadini trasformando un impegno che doveva essere provvisorio e temporaneo in uno permanente!

 

Il Popolo della Città

IMMIGRATI SULLA STRADA DI RITORNO ALA EX CASERMA DE CAROLIS (2)-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civitavecchia. "Quando chiudera’, se chiudera’, il centro di accoglienza allestito presso la ex De Carolis?"

RomaToday è in caricamento