Sabato, 31 Luglio 2021
Civitavecchia

“Quattro sì per un'Italia più giusta"

L'associazione "Il popolo della città" dà il suo impegno nella campagna informativa per il referendum del 12 e 13 giugno

Moltissimi comitati, associazioni, sindacati e partiti impegnati nella campagna informativa per il referendum del 12 e 13 giugno. Anche l’associazione “Il popolo della città” si dedica alla delucidazione dei quesiti: “Due volte sì perché l'acqua non è una merce ma un bene primario e come tale deve rimanere pubblico e non fonte di arricchimento. Sì per impedire il ricorso al nucleare. È troppo pericoloso in genere, lo è di più in uno Stato come il nostro dove gestire il rifiuto domestico è un problema, figuriamoci quello radioattivo. Come dimostra la scelta della Germania di chiudere le sue centrali. Sì contro il "legittimo impedimento" perché la legge è uguale per tutti e tutti devono rimanere uguali di fronte alla legge” inoltre aggiunge “quattro sì, insomma, per un'Italia più giusta, più sicura, più sociale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Quattro sì per un'Italia più giusta"

RomaToday è in caricamento