Martedì, 15 Giugno 2021
Civitavecchia

Civitaveccchia. Sinistra Ecologia e Libertà: "Invertire la rotta verso tunisini"

Un'iniziativa del partito per sensiilizzare l'opinione pubblica sull'immigrazione, soprattutto su quella clandestina. Atteso per domani l'incontro con Vendola a piazza Fratti alle 18.00

Sinistra Ecologia Libertà ha organizzato dal 18 al 24 settembre un’importante iniziativa dal titolo ”Invertire la rotta verso Tunisi”, con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema dell’immigrazione e proporre una diversa modalità di approccio alla gestione del terribile esodo dei migranti clandestini, che quasi sempre fuggono da condizioni di guerra e miseria in cerca della speranza di un futuro più clemente”. Lo dichiara in una nota Sinistra Ecologia e Libertà di Civitavecchia.

“Solo attraverso il ritorno alla pratica delle parole d’ordine – continua la nota - che sono ancora nelle corde del popolo italiano, quali memoria, reciprocità e rispetto dei diritti umani, è possibile  impostare un’alternativa efficace ma soprattutto civile alle politiche securitarie messe in campo dall’attuale Governo, che risponde con pratiche miopi e autoritarie, quali ad esempio il presidio delle frontiere, che appaiono al contrario blindate e militarizzate e i campi di accoglienza, che somigliano invece il più delle volte a campi di costrizione. Inoltre la sottoscrizione degli accordi pilateschi con Paesi canaglia hanno prodotto il solo risultato di aumentare morti, alimentare violenze e consumare vendette nei paesi di origine, in cambio di una fallace illusione di risoluzione del problema e di un ancora più colpevole promessa di sfruttamento dei territori di origine dei migranti e delle loro risorse, in nome del profitto e degli interessi, non certamente nobili. L’ipocrisia della guerra in Libia ne è il più limpido esempio, così come la precedente gestione dei rapporti da parte del nostro Governo con il suo dittatore”.

“L’idea di questo progetto è quella di partire da Livorno – si legge ancora nella nota - su un barcone e arrivare a Tunisi, in un viaggio ideale di solidarietà, in una sorta di migrazione simbolica al contrario, e nell’itinerario riscoprire i valori di fratellanza e di rispetto per gli altri popoli e per le loro difficoltà, che in passato sono state anche le nostre. Il coinvolgimento di giovani, uomini, donne, artisti, migranti, intellettuali, musicisti, insomma di tutti coloro che parteciperanno a tutti gli eventi previsti nelle varie tappe del viaggio è il sale dell’iniziativa, in quanto attraverso la “contaminazione” fra le genti può favorirsi la formazione di quel senso di appartenenza universale, ossia l’appartenenza al genere umano, che è la sola condizione per affrontare e risolvere gli immani problemi di convivenza che la civiltà odierna ci pone davanti.

Durante il tragitto saranno organizzati eventi, visite ai centri di accoglienza, scambi culturali, dibattiti, spettacoli, cene di solidarietà.

“Una delle principali tappe sarà Civitavecchia, domani martedì 20 settembre alle ore 18. Qui è previsto l’arrivo del barcone proveniente da Porto Santo Stefano e la successiva partenza il giorno dopo per Tunisi con tappa a Trapani. E proprio a Civitavecchia è prevista la presenza di Nichi Vendola, che terrà un comizio a Piazza Fratti, che sarà introdotto da Enrico Lucani e al quale parteciperanno Grazia Francescato, Massimiliano Smeriglio, Gino De Paolis, Gianluca Peciola, Giancarlo Torricelli. Sinistra Ecologia Libertà di Civitavecchia accoglie con orgoglio questa bella iniziativa dall’alto valore simbolico e ideale, e invita alla partecipazione tutti i cittadini non omologati e tutti coloro che ancora hanno nel loro DNA la sensibilità giusta per un approccio corretto, civile e solidale ai grandi temi sociali”, conclude la nota.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civitaveccchia. Sinistra Ecologia e Libertà: "Invertire la rotta verso tunisini"

RomaToday è in caricamento