Civitavecchia

Civitavecchia. Arrestato mentre girava ubriaco a braghe calate

Un'agente della Polizia di Stato ha fermato ieri pomeriggio, un ubriaco che ha tentato anche di aggredire la poliziotta con un coltello da cucina. L'uomo è stato arrestato e condotto al carcere di Aurelia

Arrestato con l'accusa di minaccia aggravata dall’uso di armi, atti osceni in luogo pubblico, violenza e  resistenza a pubblico ufficiale un polacco di 55 anni. L'accaduto si è svolto ieri pomeriggio quando una poliziotta del Commissariato di Civitavecchia, ha colto l'uomo B.R.L. in compagnia di un altro, entrambi in evidente stato di ebbrezza, camminare a braghe calate in pieno centro cittadino. L'agente appena li ha visti ha fermato l'auto e ha intimato il polacco di ricomporsi. A causa dell'alto grado di ubriachezza l'uomo ha iniziato ad inveire contro l'agente in lingua straniera, poi ha concluso l'invettiva proferendo insulti in italiano nei confronti delle Forze dell'Ordine in generale. L'operatrice ha tentato di identificare l'uomo che prima ha tentato una fuga senza riuscirci perché trattenuto dalla poliziotta, poi ha estratto dalla sua borsa un coltello da cucina e brandendolo ha minacciato la dipendente. L'agente ha più volte cercato di instaurare un dialogo con il polacco per fargli gettare l'arma, ma senza riuscirci. Nel frattempo, un agente di Polizia in borghese, attirato dalle urla provenienti dalla strada, è intervenuto in soccorso della collega, assestando un calcio alla mano di B.R.L. disarmandolo. A quel punto è stato possibile immobilizzarlo, nonostante la strenua resistenza. Condotto in Commissariato è stato recuperato il coltello e messo in sequestro. Dagli accertamenti è risultato che B.R.L. ha numerosi precedenti penali a suo carico per reati contro la persona. B.R.L. è stato condotto al Carcere Nuovo Complesso Aurelia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civitavecchia. Arrestato mentre girava ubriaco a braghe calate

RomaToday è in caricamento