Civitavecchia

Civitavecchia. Chiuso il canile, ora si attende la nuova struttura

Tramite un ordinanza comunale, la vecchia struttura del canile di Civitavecchia è stata chiusa per ragioni di tutela e sicurezza dei luoghi. I 148 cani sono stati trasferiti a località Molacce

Civitavecchia avrà presto un nuovo canile a seguito della chiusura di quello vecchio disposta attraverso una recente ordinanza. Il provvedimento di chiusura è stato assunto sulla base di ragioni di tutela e sicurezza dei luoghi, in quanto sebbene il Comune di Civitavecchia abbia provveduto allo svolgimento dei lavori di messa a norma ed ammodernamento, così come prescritti dagli enti preposti ai relativi controlli, la struttura non sarebbe comunque in grado, anche al termine degli stessi lavori, di risultare conforme alle normative vigenti in materia, poiché sorge su un’aera classificata dal Piano di Assetto Idrogeologico (Pai) a “rischio inondazione”. La stessa struttura, inoltre, si trova in una zona contermine ad un corso d’acqua pubblica, tutelato per 150 metri dagli argini dal vincolo previsto dal Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, il quale vieta “qualsiasi trasformazione edilizia dei luoghi”. Dunque, la chiusura è stata decisa soprattutto avendo come obiettivo la realizzazione di un canile nuovo di zecca, la cui area è già in fase di individuazione da parte dei tecnici comunali. Intanto, i 148 cani che si trovano attualmente stanziati presso la struttura che sorge in località Molacce, saranno trasferiti in altre strutture limitrofe autorizzate entro quattro mesi dalla notifica dell’ordinanza sindacale a tutti i soggetti interessati. L’Amministrazione Comunale, di concerto con l’autorità Sanitaria Locale, sta già studiando all’individuazione di un’area idonea a consentire la sosta temporanea degli animali catturati. L’evacuazione degli animali ospiti del canile avverrà comunque in modo graduale e soltanto a seguito dell’individuazione di una struttura alternativa idonea a riceverli. Sarà prestata infine massima attenzione al recupero o al mantenimento di tutti i materiali donati al canile da parte di enti, fondazioni o cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civitavecchia. Chiuso il canile, ora si attende la nuova struttura

RomaToday è in caricamento