Civitavecchia

Civitavecchia. Consiglio comunale: "l’opposizione ha fatto politica invece di pensare all’ambiente"

Il consigliere Annita Cecchi si esprime sul comportamento dell'opposizione in sede di consiglio, a proposito della mozione sui fumi in porto

Sulla mozione riguardante la tematica dei fumi i porto, discussa oggi in consiglio comunale, interviene il consigliere comunale del Pdl Annita Cecchi, esponente della Commissione Ambiente, la quale svolge alcune considerazioni di tipo procedurale: “dalla discussione in aula – sostiene -  era chiaro a tutti che il provvedimento legato ai fumi nel porto e all’elettrificazione delle banchine, era chiaramente condivisa da tutti i membri del consiglio. Soprattutto guardando all’operato del nuovo presidente del porto Pasqualino Monti, il quale ha inserito la questione dell’elettrificazione e della riduzione dei fumi inquinanti come uno dei punti del programma da raggiungere. Tuttavia – prosegue la Cecchi - i lavori dell’aula si sono sfaldati attraverso una serie di ragionamenti pretestuosi da parte dell’opposizione che hanno allontanato la discussione dal reale obiettivo, di interesse comune per la città, circa la riduzione dell’inquinamento in porto, tematica dove i colori politici non dovrebbero esistere. La maggioranza, a tal fine, aveva chiesto di rivedere il contenuto della mozione per  trasformarlo in un ordine del giorno, sicuramente più incisivo, che potesse essere approvato all’unanimità dal consiglio, facendolo transitare nella commissione ambiente dove sono membri anche i consiglieri Petrelli e Manuedda, firmatari della mozione. Questo non è avvenuto – conclude la Cecchi - perché l’opposizione si è arroccata su motivi più politici che ambientali, perdendo un’altra occasione per fare del bene alla collettività”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civitavecchia. Consiglio comunale: "l’opposizione ha fatto politica invece di pensare all’ambiente"

RomaToday è in caricamento