Civitavecchia

A Moscherini "abbondante tempo per un profonda riflessione e un contrito ravvedimento"

L'amministrazione comunale replica alle dichiarazioni del capogruppo Pdl Gianni Moscherini e dell'opposizione sul bilancio di previsione 2012

"Si parla di quei 22 milioni di buco nelle partecipate, ma perché nessuno dice che ci sono anche 19 milioni di euro di crediti che Hcs deve ancora riscuotere?". Era stata questa la domanda che il capogruppo Pdl Gianni Moscherini aveva pronciato nell'affermare che tutta l'opposizione non avrebbe partecipato ad alcun consiglio comunale o commissione consiliare fino a quando non si fosse "ripristinata la legalità". Ma non solo. L'opposizione sarebbe stata assente dalla Pucci durante l'illustrazione e approvazione del bilancio di previsione 2012 perché falsato. "Non esiste alcun default".

E di certo non poteva mancare la replica dell'amministrazione comunale a poche ore dall'apertura del dibattito sul bilancio di previsione 2012. "I 19 milioni di entrate di cui straparla il consigliere Moscherini contengono anche 4 milioni di vecchie bollette dal 2002 al 2007. Evidentemente voleva presentarle ai civitavecchiesi con 10 anni di ritardo e farsele pagare. Questa Amministrazione - aggiungono da palazzo del Pincio - non è dello stesso parere e va verso il condono di questi debiti per altro non esigibili". Ma i conti non finiscono qui. "Sempre nei 19 milioni ci sono 4 milioni e mezzo di avviamento di Città Pulita. A questa amministrazione riesce difficile pagare con questo avviamento i 10 milioni di debiti di fornitori e i 5 milioni reclamati per mancati contributi e Tfr dagli istituti previdenziali che vogliono euro veri e non chiacchiere. Malgrado la buona volontà - aggiunge l'amministrazione - resta inoltre impossibile giustificare le oltre 130 assunzioni imposte dal consigliere Moscherini la cui formula vincente in campagna elettorale è stata fango più clientele. Più bugie".

E fra queste da palazzo del Pincio includono l'Imu: "Quest'anno l'Enel pagherà una cifra altissima, quasi 10 milioni per Imu con l'applicazione dell'aliquota massima pari al 10,60 per mille. L'Amministrazione pur dotata di immaginazione, oltre che di buon senso, non riesce a capire con l'aiuto di quale entità marziana il Consigliere Moscherini voleva estorcere all'Enel invece 30 milioni l'anno per farle pagare tutta l'Imu dei civitavecchiesi".

Una risposta, quella dell'Amministrazione che si conclude con "un fermo invito al Consigliere Moscherini a disimpegnarsi dalle indagini che la Magistratura ha aperto a suo carico così da ritrovare la calma e un minimo di lucidità. Se proprio insiste nel rimanere attaccato alla poltrona e nel non volersi dimettere, questa Amministrazione lo invita a sedersi facendosi portatore di un atteggiamento più consono al nuovo ruolo e concedendogli, con il privilegio del silenzio, abbandonate tempo per una profonda riflessione e un contrito ravvedimento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Moscherini "abbondante tempo per un profonda riflessione e un contrito ravvedimento"

RomaToday è in caricamento