rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Civitavecchia Civitavecchia

Niente acqua dai rubinetti, la denuncia dei residenti di Piazza Regina Margherita

Acqua a singhiozzo durante le ore del mattino e rubinetti a secco dal primo pomeriggio. L'assessore ai Lavori Pubblici Mirko Mecozzi impegnato a risolvere il problema

Rubinetti a secco già dalle prime ore del pomeriggio e cittadini costretti a ricorrere a mezzi di fortuna. "Proprio come i terremotati", sbottano furiosi. Il problema arriva puntuale come ogni anno a ridosso dei mesi più caldi, quando l'esigenza dell'acqua che scorre dai rubinetti è maggiore. E mai come in questi giorni necessaria.

"La mattina l'acqua arriva a singhiozzo, poi dai rubinetti più nulla" racconta una residente di piazza Regina Margherita esasperata e disperata. "Ho anche un bambino di due anni e devo provvedere alle sue esigenze. Per un semplice bagnetto sono costretta a scaldare l'acqua sul fuoco. Prima ci dicevano che era colpa dell'ex sindaco Moscherini perché usava l'acqua destinata ai civitavecchiesi per venderla alle navi del porto, ora l'amministrazione è cambiata ma il problema rimane". Inutile telefonare in Comune: "Mi rimandano da un ufficio all'altro senza riuscire a darmi spiegazioni. La situazione è insostenibile".

Intanto, come se possedesse il dono della preveggenza, l'assessore ai Lavori Pubblici si è già messo a lavoro per risolvere il problema che in estate diventa sempre più grande a causa di un maggiore uso di acqua e un afflusso maggiore di cittadini (magari dalla Capitale) in città. L'Assessore ha già chiesto ad Acea e al Siit di aumentare la portata d'acqua di almeno 40 litri al secondo. Intanto, insieme a diverse ditte, si è rimboccato le maniche per far fronte alle numerose perdite idriche presenti in città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente acqua dai rubinetti, la denuncia dei residenti di Piazza Regina Margherita

RomaToday è in caricamento