Civitavecchia

Ditta Guerrucci, sospeso lo sciopero e il presidio. Accordo raggiunto

Importante e positivo accordo tra Enel e le organizzazioni sindacali territoriali. Si attende il pronunciamento dei lavoratori sull'accordo sottoscritto

Accordo sottoscritto tra Enel e organizzazioni sindacali durante gli incontri dei giorni scorsi per salvare i posti di lavoro dei dipendenti della ditta Guerrucci da sempre impegnati all'interno della centrale.

Nell'accordo, come spiegano Cgil, Cisl e Uil territoriali "si assicura l'assenza di esuberi e la continuità lavorativa, con le medesime condizioni economiche e normative, di tutti i lavoratori già impiegati nelle pulizie industriali". Ma non solo. "In coerenza con il Protocollo sottoscritto il 6 aprile 2012 - spiegano nella nota le organizzazioni sindacali - rispetto a nuove assunzioni che dovranno essere operate si è condivisa un'azione tesa a favorire l'assunzione di mano d'opera locale che potrà prevedere innanzitutto, il reimpiego di lavoratori in cassa integrazione e in mobilità provenienti dall'esperienza del cantiere di Tvn".

Un accordo che le organizzazioni sindacali considerano "importante e storico perché si afferma, nei fatti, una vera e propria clausola di salvaguardia dell'occupazione in essere, impegni per nuovi posti di lavoro e importanti attenzioni per un territorio particolarmente colpito, negli ultimi anni, dalla riduzione dei livelli occupazionali".

E proprio per l'importanza del risultato raggiunto gli unici che potranno dare l'ok definitivo o meno, saranno proprio i dipendenti. Promozione o bocciatura del protocollo sottoscritto che dovrebbe già arrivare oggi, dopo l'incontro tra le parti. All'amministrazione comunale, invece, i sindacati chiedono invece di "rivedere gli avventati giudizi espressi prima ancora che venissero scritti i testi delle intese parlando di accordi in fieri che non premiano e anzi penalizzano lavoro e imprese locali".

Insomma un primo passo per la salvaguardia dell'occupazione territoriale. "Nella riunione con Enel - proseguono nella nota le organizzazioni sindacali - abbiamo condiviso la convocazione entro il mese in corso dell'Osservatorio territoriale per le politiche industriali, ambientali e occupazionali con l'obiettivo di definire un Protocollo d'intesa finalizzato a favorire un maggiore impegno di Enel per lo sviluppo e l'occupazione, con una particolare attenzione a quanti, negli ultimi anni, sono stati privati del lavoro".

E proprio in virtù della salvaguardia dei posti di lavoro nei prossimi giorni "nell'ambito della prevista convocazione presso l'Assessorato al lavoro del Comune di Civitavecchia, per dare seguito agli impegni reciprocamente assunti nella riunione del 7 agosto, chiederemo a Enel e alla ditta che ha vinto l'appalto per il primo soccorso nella centrale di garantire la continuità lavorativa delle sei dipendenti della Crociata Blu onlus. Sempre nei prossimi giorni - aggiungono Cgil, Cisl e Uil - con l'assessore al Lavoro e il delegato per i rapporti con Enel del Comune, avvieremo il percorso per condividere rapidamente un Protocollo che impegni tutte le realtà produttive e industriali del territorio a definire appalti che, superando le logiche del massimo ribasso, contengano clausole di salvaguardia per l'occupazione in essere e attenzione per la mano d'opera locale".

E si torna alla carica per richiedere al sindaco Tidei, la convocazione del Tavolo permanente per il lavoro e lo sviluppo "condiviso nell'ambito del Patto territoriale recentemente sottoscritto, trasformandolo eventualmente, in ragione dei temi legati all'inquinamento atmosferico sollevati dal primo cittadino, in  Tavolo permanente per il lavoro, lo sviluppo, l'ambiente e la salute. Un Tavolo - concludono i sindacati - al quale chiamare, oltre le parti sociali, tutte le realtà produttive, industriali e imprenditoriali del territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ditta Guerrucci, sospeso lo sciopero e il presidio. Accordo raggiunto

RomaToday è in caricamento