Civitavecchia

Nuove direttive di pagamento del servizio delle mense scolastiche

Ampliata la fascia di esenzione fino ai 10.000 euro di reddito annuo e aggiunta l'agevolazione di uno sconto del 20% per chi iscrive più di un figlio alla mensa

Approvata e annunciata oggi la nuova rimodulazione per i contributi da pagare per le mense scolastiche. L'assessore alla Scuola Gino Vinaccia con il sindaco Gianni Moscherini, fanno sapere che sono state agevolate le fasce della popolazione economicamente più deboli, ovvero per chi ha un reddito annuo sotto i 10.000 euro è esentato dal pagare le tasse del servizio della mensa. In questo modo, di conseguenza, è possibile un bilanciamento più equo per le altre categorie: da 10.000 a 20.000 euro è prevista una tassa di 3,17 euro, dai 20.000 a 30.000 quella di 4,17 euro mentre dai 30.000 euro in poi 6,17. “Quello della mensa è un servizio in perdita secca di 800.000 euro l’anno – spiega Vinaccia – e con questa rimodulazione speriamo di riuscire a sanarla nel tempo”. Inoltre l’assessore fa sapere che è stata aggiunta e prevista un’ulteriore agevolazione del 20% di sconto per chi iscrive, al servizio delle mense scolastiche, più di un figlio. “Con questo provvedimento si fa giustizia nei confronti delle fasce sociali più deboli economicamente – afferma il Sindaco – in più si cerca di eliminare le tasse che il comune estende anche a chi non usufruisce del servizio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove direttive di pagamento del servizio delle mense scolastiche

RomaToday è in caricamento