Sabato, 31 Luglio 2021
Civitavecchia

Due nuovi amministratori unici per le Holding

Il sindaco Giovanni Moscherini nomina Luciano Mocci per Holding Civitavecchia Service e Ennio Fano per Civitavecchia Infrastrutture

Il sindaco Giovanni Moscherini nomina amministratori unici Luciano Mocci a capo di Holding Civitavecchia Service e Ennio Fano per Civitavecchia Infrastrutture: “Entrambi sono due grandi manager dalle qualità tecnico-professionali indiscutibili – dichiara Moscherini – hanno una grande esperienza sul territorio e come Guido Lupi sono persone senza interessi per la vita politica”. Dopo l’assemblea di due giorni fa, si è approvato il bilancio in attivo di entrambe le Holding civitavecchiesi, per questo il primo cittadino si ritiene altamente soddisfatto: “Dal degrado che si è riscontrato nel 2007, credo che siamo riusciti a fare un gran lavoro di risanamento, riuscendo a risollevare delle aziende pubbliche con i pochi mezzi economici di cui dispone l’Amministrazione comunale creando una struttura organizzata senza produrre licenziamenti. Ora però – prosegue il Sindaco – si avvia una fase molto più delicata, perché ci avviamo alla ricerca di un soggetto privato in grado di dare la garanzia per completare l’opera di riqualificazione”. La Hcs sarà venduta per un 60% a un ente privato mentre Ci rimarrà 100% del comune di Civitavecchia “Civitavecchia Infrastrutture rimarrà del comune perché non ci sono azioni da vendere – aggiunge Moscherini – anche perché diventerà la ‘vera banca del comune’ in quanto si cercherà di valorizzare il patrimonio comunale ed è una società parallela e strategica per Hcs”.   Luciano Mocci ed Ennio Fano ringraziano il Sindaco per la fiducia riposta nei loro confronti e garantiscono il massimo impegno per il compito assegnato. Il primo, ex responsabile finanziario amministrativo della Capitaneria di Porto e alla segreteria generale dell’Autorità Portuale quando Gianni Moscherini presiedeva, il secondo, Ennio Fano, ex dirigente Enel “entrambi sono persone con un profondo senso dello Stato e che hanno sempre avuto un’attenzione particolare al nostro comune – assicura il primo cittadino – in particolare, attenzione alle conseguenze dei nostri ragionamenti che avrebbero prodotto sul territorio. Questa è un’altra piccola azione di restauro per Civitavecchia, sempre attraverso il miglioramento dei servizi, che credo siano la base per una città, e non vedo perché se il comune non può sostenere determinati costi, non può avvalersi delle risorse di un privato, come succederà per i trasporti quando verrà costituita la nuova società Argo e come potrebbe accadere anche con l’acquae e altri servizi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due nuovi amministratori unici per le Holding

RomaToday è in caricamento