Domenica, 13 Giugno 2021
Trastevere Trastevere / Piazza Trilussa

Trastevere: blitz 'Contro la Crisi'. Trast Invaders affollano le strade

Oltre 1000 persone hanno sfilato ieri sera nello storico quartiere romano. Al centro della protesta anche il nuovo regolamento per gli artisti di strada e l'abbandono del Cinema America: "Ci riappropriamo di pezzi di libertà per inceppare il meccanismo di sfruttamento delle nostre vite"

Dopo i primi due blitz dello scorso mese di maggio nei confronti delle banche e del Trilussa Palace Hotel nuova azione dei Trast Invaders che questa notte hanno 'occupato' pacificamente le strade di Trastevere. Oltre 1000 Trast Invaders partiti da piazza San Callisto e giunti in piazza Santa Maria in Trastevere dove li attendevano gli artisti di strada che si sono esibiliti in una performance artistica per protestare contro l'ordinanza di Alemanno"che limita e reprime la possibilità di espressione e produzione culturale".

BLITZ AL CINEMA AMERICA - Trast Invaders ancora in strada contro la crisi che ha riaperto simbolicamente il Cinema America, spazio abbandonato da oltre 10 anni: "Abbiamo continuato il percorso per il quartiere oscurando le telecamere per liberare il rione dalle asfissianti dinamiche di controllo - rivendicano i Trast Invaders -. Continuando ad invadere Trastevere siamo arrivati a piazza Trilussa, simbolo del tentativo di militarizzazione del territorio. Continuando a girare per le vie del quartiere abbiamo sanzionato della banche chiudendo simbolicamente le loro porte con del silicone e riaperto simbolicamente il Cinema America, uno spazio abbandonato da oltre dieci anni. Questo luogo è stato sottratto al quartiere, un'importante occasione di produzione e diffusione culturale è in totale stato d'abbandono e forse verrà completamente distrutto per far spazio ad appartamenti o ad un centro commerciale. Oggi l'invasione è appena cominciata, nei prossimi mesi invaderemo tutta la città, occuperemo case, studentati, spazi di aggregazione e produzione culturale, ci rivedremo nelle piazze e nelle strade, nelle scuole e facoltà".



MANIFESTO - Invasori trasteverini che lasciano aprono la strada a nuovi blitz: "Dobbiamo riappropriarci di pezzi di libertà, per inceppare il meccanismo di sfruttamento sulle nostre vite. Non vogliamo più essere soggetti al ricatto di un lavoro da sfruttato a vita e per la vita. Vogliamo strappare spazi per costruire nuove esperienze comunitarie. Riprenderci il tempo che ci stanno rubando, per non regalare il nostro valore alla loro sete di profitto. Dobbiamo prenderci tutto, il loro predicare austerità è la nostra dichiarazione d’indipendenza. L’invasione della metropoli è appena cominciata".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trastevere: blitz 'Contro la Crisi'. Trast Invaders affollano le strade

RomaToday è in caricamento