rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Trastevere Trastevere / Piazza dei Cavalieri di Malta, 4

Trastevere, rimossa la statua della porchetta: "Verrà restaurata"

La statua dello studente della Rufa era stata imbrattata nella notte

La statua della porchetta non è più in piazza San Giovanni della Malta. E’ stata rimossa dopo che, nella nottata tra il 24 ed il 25 giugno, era stata imbrattata. Sarà ora restaurata.

La scultura imbrattata

L’opera, realizzata dal giovane artista Amedeo Longo, è una delle otto creazioni che fanno parte del progetto “Piazze Romane” e che gli studenti della Roma University of Fine Arts hanno realizzato sotto il patrocinio del Municipio I. La porchetta di pietra, denominata “Dal panino si va in piazza” intendeva “celebrare  il momento di convivialità che lo stare all’aria aperta, il vivere insieme, lo scambiarsi idee e sorrisi porta con sé”. La scultura ha però attirato numerose critiche, soprattutto dalle associazioni animaliste che ne hanno chiesto la rimozione.

I meriti della scultura

In difesa dell'opera si è invece schierata la presidente del Municipio I Sabrina Alfonsi che le ha riconosciuto il merito  “di aver svolto in questi giorni al meglio il suo ruolo di accendere una discussione in città. Su temi quali il consumo di carne, il rapporto tra uomini e animali allevati a scopo di consumo ma soprattutto su come le Istituzioni possano offrire spazi di protagonismo ai giovani della nostra città  La statua deturpata verrà immediatamente restaurata".

Il gesto vandalico, per la minisindaca del Municipio I, è stato il segno dell’ “ ennesimo atto di insofferenza e mancanza di accoglienza nei confronti dei giovani”. "Mi chiedo- conclude la presidente Alfonsi- come coloro che a parole si battono per una sensibilità maggiore nei confronti degli animali e per una società in cui uomini e donne vivano in maggiore armonia con il resto degli essere viventi umani e non umani, giudichino atti di violenza, intolleranza e vandalismo come questo”.

La richiesta di rimozione definitiva

Per il presidente della commissione Ambiente Daniele Diaco, tra i primi a puntare l’indice contro la scultura, definita un monumento all’olocausto animale, la rimozione dovrebbe però essere definitiva. L’opera infatti “è andata talmente in spregio alla cittadinanza che qualcuno la notte scorsa ha fatto la bravata di imbrattarla tutta con della vernice rossa: dello stesso colore insomma del sangue che questi poveri animali versano quando vengono sgozzati e sventrati”.

Derubricato l’atto vandalico alla stregua di una bravata, il consigliere pentastellato ha lanciato anche una petizione sottoscritta da oltre 4mila persone in appena tre giorni. Cosa chiedeva la petizione? “Ci auguriamo che il Pd del I Municipio e la sua presidente Sabrina Alfonsi facciano ammenda e ritirino dal suolo pubblico questa immonda schifezza” ha precisato Diaco. Per ora, invece, ha lasciato Trastevere per essere semplicemente restaurata.

La rimozione della statua imbrattata della porchetta


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trastevere, rimossa la statua della porchetta: "Verrà restaurata"

RomaToday è in caricamento