CentroToday

Decoro urbano: la street art colora Porta Portese

Continua il progetto di riqualificazione del territorio romano. Dopo l'artista americana Chistine Finley, è il turno della designer italiana Giorgiana Velluti

Il degrado urbano può essere combattuto con la creatività di giovani artisti e designer di tutto il mondo. Ciò è quanto sta succedendo a Roma negli ultimi mesi. Lo scorso maggio, infatti, era stata coinvolta l’artista americana Christine Finley, che aveva realizzato un intervento urbano nella zona di Testaccio. A Porta Portese è, invece, stato il turno di Giorgiana Velluti, artista romana specializzata in interior design, che ha trasformato un armadio stradale telefonico, messo a disposizione dall’azienda Telecom Italia, in un’opera d’arte.

ARTE VS DEGRADO - Un colpo di spugna al degrado cittadino attraverso l'arte. È questo l’intento dell’iniziativa promossa da Fabio Pompei, consigliere del Municipio Roma XII e Presidente della Commissione “Innovazione tecnologica”, da sempre attivo nella riqualificazione delle strade romane: “Lotta al degrado urbano e promozione di giovani artisti”.

L'OPERA - Telecom Italia, con i propri “armadi stradali” diffusi capillarmente sul territorio romano, garantisce i servizi di fonia, dati e connessioni ultrabroadband per clienti privati e aziende. Tali strutture, pur periodicamente mantenute, sono spesso vittime di vandalismo. Giorgiana Velluti, anche grazie al recupero di vecchie fotografie della compagnia telefonica e con l'ausilio di particolari vernici e tecniche miste, ha dato nuova vita all’armadio e lo ha infine protetto con un gel resinato resistente a calore, acqua e graffi. L’espressione della sua opera è un viaggio nella storia, la storia della comunicazione. Dai primi telefoni alle nuove tecnologie. Dall’analogico al digitale per arrivare alla velocità della fibra ottica. Un viaggio tra passato, presente e futuro raccontato dalle immagini di attori, personaggi e oggetti che hanno fatto la storia di Roma e dell’Italia.

IL FUTURO - Uno dei prossimi obiettivi del consigliere Fabio Pompei è di dotare queste nuove opere d’arte di tecnologia; ad esempio con l’applicazione del QR code (codice a risposta veloce leggibile con un qualsiasi smartphone) direttamente sulle loro superfici, sarà possibile collegarsi a un portale informativo contenente dettagli sull’opera stessa, sulla zona e su molte altre informazioni utili per residenti e turisti. L’utente potrà vivere così un’esperienza artistica completa e informatizzata.

FABIO POMPEI - Un progetto, quindi, che non si limita alla sola battaglia al degrado urbano, ma che si amplia con la riqualificazione del territorio e la promozione dell'arte di strada: "Sono soddisfatto del successo che stanno registrando queste iniziative sul territorio - commenta Fabio Pompei a seguito dell'evento - la lotta al degrado urbano è una battaglia dura, ma solo con la costanza e la collaborazione di tutti possiamo riuscire a consolidare dei risultati per dare un reale messaggio di cambiamento".

COLLABORAZIONI - Il progetto è all'attenzione dell'Assessorato alle Periferie e Lavori Pubblici guidato da Paolo Masini, che nel corso degli ultimi mesi si è fortemente concentrato sul tema dell'arte di strada promuovendo importanti iniziative nelle periferie, come il progetto artistico e audiovisivo SANBA, nato con l'obiettivo di riqualificare il quartiere di San Basilio attraverso il coinvolgimento di artisti internazionali e la partecipazione dei cittadini. Al progetto hanno, inoltre, collaborato le scuole, tra elementari, medie e superiori, e il regista Andrea Rusich. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PAOLO MASINI - "La street art è uno degli strumenti più interessanti per riqualificare i nostri quartieri, dal centro alle periferie, e valorizzare la loro vera “grande bellezza”. Saluto con favore questa iniziativa, che ben si inserisce nel percorso che stiamo mettendo in campo in questo senso: favorire gli interventi artistici dal basso e contrastare il degrado dando una nuova vita a quegli elementi del nostro vissuto quotidiano - come l’arredo urbano - che possono cambiare fortemente la percezione del nostro rapporto con la città"- ha dichiarato l'assessore ai lavori pubblici Paolo Masini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento