Domenica, 13 Giugno 2021
Testaccio Trastevere / Piazza Ponte Testaccio

Testaccio: al via i lavori di riqualificazione della piazza dell'ex mercato

Dopo mesi di silenzio sono partiti i lavori di riqualificazione di piazza Testaccio, il vecchio mercato verrà buttato giù in poche settimane, per il futuro ancora non è chiaro come sarà la nuova piazza

Un quartiere storico della capitale e una delle sue piazze più famose, piazza Testaccio. Mesi fa la piazza ha perso il suo cuore pulsante: il mercato rionale, trasferitosi ad alcuni isolati di distanza. Dopo tanti appelli, referendum consultivi, allarmi e preoccupazioni varie, sono cominciati i lavori di abbattimento e riqualifica dell'ex mercato di piazza Testaccio.
 
Lungo il perimetro del nuovo cantiere le discussioni tra gli abitanti sono molte: "Se cominciano a scavare perché un privato vuole fare un parcheggio - fa notare Mario residente del quartiere - i lavori si bloccheranno in un attimo, arriveranno i beni culturali e chissà poi quando finiranno, faremo la stessa fine del vecchio stadio della Roma con i lavori bloccati. Sappiamo bene come si lavora in italia, no? Forse ci stiamo fasciando la testa prima di romperla, ma in giro per la città le piazze sono nel degrado più assoluto". 
 
Se il nuovo Mercato coperto, inaugurato ai primi di luglio ha già sostituito le vecchie abitudini, ora l'attenzione si sposta su quello che sarà la nuova piazza. Il quartiere non può essere considerato come gli altri a Roma, piazza Testaccio è quella che più si può definire 'la piazza romana', a due passi del primo stadio della Roma, tra il centro e la prima periferia; questo è il vero cuore della Roma non turistica, anima di una città che solo un testaccino ti può raccontare con il suo forte accento romano.
 
"Qui finisce per diventare come molte piazze romane, le panchine verranno occupate da chi ci dorme e i cespugli diventeranno latrine a cielo aperto", spiega un commerciante del quartiere. "Mica vogliamo diventare come piazza Trilussa, o Campo dei fiori - insiste un anziano cittadino di Testaccio - noi vogliamo un quartiere tranquillo, sarebbe meglio costruire la cancellata".
 
E allora sono gli stessi cittadini che si chiedono cosa verrà dopo, cosa metteranno al posto del vecchio mercato? Attraverso due comitati, 'Testaccio in Piazza' e 'Laboratorio Testaccio', il quartiere si è mosso in anticipo rispetto ai tempi faranoici del comune. Con la partecipazione di alcuni architetti hanno studiato due progetti di riqualifica, cercando di utilizzare il vuoto urbano che si sta creando per riempirlo con un giardino o una piazza che possa ricordare la vecchia piazza di trent'anni fa, dove al centro dominava la fontana delle Anfore, 'sfrattata' anni fa in piazza dell'Emporio.
 
La partecipazione dei cittadini è stata subito attiva. Lo scorso mese di giugno è stato indetto un referendum consultivo tra i cittadini del quartiere dall'Associazione Testaccio in Piazza, chiamati ad esprimersi sulla costruzione o meno della cancellata per circondare la piazza o il giardino, votarono 829 residenti, un grande partecipazione, che ha visto prevalere il 'no' alla cancellata ma con la costituzione di un impianto di video-sorveglianza.  
 
Il 'sondaggio' non ha allontanato le paure di coloro che avevano votato 'si', resta un certo timore, soprattutto tra i cittadini che vivono nel quadrilatero del vecchio mercato, cioè che presto la piazza possa diventare un bivacco per senzatetto o addirittura un accampamento semipermanente. 
 
Insomma i cittadini vorrebbero affrontare i problemi prima e per una volta programmare e prevenire, informarsi e capire quello che ne sarà della loro storica piazza. "Io la ricordo bene, c'erano gli alberi, c'era la fontana e la gelateria, tante panchine e tante persone che la vivevano. Penso sia difficile, ma sarebbe bello che tornasse come era prima". 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Testaccio: al via i lavori di riqualificazione della piazza dell'ex mercato

RomaToday è in caricamento