rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Testaccio Testaccio / Via di Monte Testaccio

Campo Testaccio, il Consiglio di Stato ha deciso: l'ex stadio torna al Comune

La sentenza è stata depositata lunedì 21 settembre e chiude il lungo contenzioso tra Campidoglio e Consorzio romano parcheggi. Sel: "Ora il Comune pensi a restituirlo al quartiere"

Il Consiglio di Stato ha deciso: quel che resta di campo Testaccio torna al Comune. La sentenza è stata depositata lunedì 21 settembre e chiude il lungo contenzioso tra Campidoglio e Consorzio romano parcheggi, la società che avrebbe dovuto realizzare una serie di box interrati e un parcheggio da 70 posti per poi ricostruire il campo con tribune e spogliatoi, restituendo ai testaccio il primo storico stadio della Roma. 

A dare la notizia è l'ex delegato allo Sport della giunta Alemanno. "Apprendo con soddisfazione, dopo anni di impegno sia da delegato che da consigliere di opposizione, che dopo la vittoria del Comune di Roma al Tar durante la scorsa amministrazione, il Consiglio di Stato ha ribadito definitivamente le ragioni del Campidoglio. Quindi decade il concessionario del pup. Il Comune rientra in possesso dell'area". 

"Questo lo considero un punto di partenza - aggiunge - da adesso in poi il Comune potrà richiamare l'attuale concessionario sportivo o fare una possibile proposta alla As Roma o a tutti i soggetti sportivi in virtù delle normative vigenti. Chiedo quindi all'amministrazione di coprire quanto prima il cantiere a cielo aperto che è lì da anni, restituendo uno spazio sportivo nel cuore della citta' dall'importante valore storico. Mi auguro che ora l'assessore Marinelli se ne occupi insieme allo stadio Flaminio, inserendo tali questioni tra le sue priorità".

Ad auspicare un rapido confronto che porti a soluzioni per restituire la struttura al quartiere, anche gli esponenti di Sel del I municipio. "La politica ha il compito ora di ricercare, confrontandosi con i cittadini e con le associazioni del Rione, una soluzione che consenta il ripristino e la fruibilità della struttura comunale restituendo dignità e funzionalità al campo da calcio di Testaccio mantenendone la vocazione pubblica" dichiarano Mauro Cioffari (Consigliere SEL I Municipio), Graziella Manca (Consigliera SEL I Municipio) e Serena Felici (Segretaria Circolo SEL Testaccio).
 
"E' necessario - aggiungono - impegnare l'amministrazione comunale ad intraprendere le azioni politiche e amministrative necessarie per ripristinare il campo da calcio trovando le risorse economiche per l'esecuzione di tali opere".​

"Invitiamo l'Assessore Esposito", concludono Cioffari e Manca, "così come richiesto dal Consiglio del Municipio Roma I Centro nella Risoluzione approvata all'unanimità nel febbraio 2015, all'espunzione dell’area di Campo Testaccio dal Programma Urbano Parcheggi poiché siamo convinti che la realizzazione di un parcheggio interrato non corrisponda più ai bisogni della cittadinanza e stiamo lavorando affinché l’area di Campo Testaccio venga riqualificata e resa fruibile al più presto".

CAMPO TESTACCIO--->DAI TRIONFI GIALLOROSSI AGLI SPOGLIATOI PER SENZATETTO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campo Testaccio, il Consiglio di Stato ha deciso: l'ex stadio torna al Comune

RomaToday è in caricamento