menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
campo testaccio

campo testaccio

Campo Testaccio, per la riqualificazione il Comune punta sui privati. Il Municipio protesta

Annuncio del Campidoglio criticato dal Municipio I. Alfonsi: “Così ipotecano futuro d’una struttura che doveva restare pubblica”

Campo Testaccio “tornerà a risplendere”. Parola della Sindaca. Sul futuro dello storico impianto sportivo, il Campidoglio ha annunciato delle novità.

Il progetto dei privati

E’ stata presentata “una proposta di Partenariato Pubblico Privato di un gruppo di imprenditori” del comparto sportivo, ha fatto sapere Roma Capitale. Il progetto è arrivato sul tavolo della Giunta Raggi che ha dichiarato l’intenzione di sottoporlo agli uffici competenti. I dettagli del progetto non sono stati comunicati e, di conseguenza, sono noti solo alla Sindaca. Ma se arriverà il via libera, si dovrà procedere con il riconoscimento del pubblico interesse, il primo tassello in vista di una successiva riqualificazione.

L'annuncio del Campidoglio

 "Abbiamo ereditato un'area disastrata: era divenuta una giungla con all'interno anche insediamenti abusivi e una situazione di grave degrado. Ora siamo contenti di poter affermare che lo storico Campo Testaccio tornerà a risplendere" ha dichiarato Raggi. “La proposta al vaglio degli uffici ci sembra valida e con un'importante componente di dialogo con il territorio", ha commentato l’assessore allo Sport Daniele Frongia, che ha inoltre auspicato di vedere presto l’avvio dell’istruttoria.

Tramontata l'ipotesi sostenuta dalla Regione

Di tutt’altro segno sono stati i commenti della presidente del Municipio I. L’ente di prossimità, in collaborazione con la Regione Lazio, aveva presentato un altro progetto di recupero, che prevedeva il coinvolgimento dell’Asilo Savoia e l'intitolazione a Dino Viola. L’ipotesi di rilancio cullata dal Municipio, però, non ha trovato la sponda del Campidoglio. Il presidente della commissione Sport ha infatti portato in Aula Giulio Cesare una delibera che, modificando un precedente intendimento, ha portato la gestione dell’impianto nel perimetro di competenza comunale. NIente da fare, quindi, per il progetto del Municipio I.

Le critiche del Municipio

“L'unica cosa positiva è che finalmente oggi si pronunciano parole chiare, dopo mesi di balbettii da parte del Campidoglio, anche se i tempi dell'operazione sono ancora assolutamente indeterminati” hanno commentato la presidente Sabrina Alfonsi e l’assessore municipale allo sport Emiliano Monteverde. Secondo i due, però, “la scelta di assegnare ad un progetto privato, tramite un’operazione di finanza di progetto” un impianto storico com’è campo testaccio, “è incomprensibile”. Ed è “in antitesi” rispetto alla volontà espressa da cittadini e comitati interplettai dall’ente di prossimità. E’ ancora più grave - hanno sottolineato Alfonsi e Monteverde -  perchè presa a pochi mesi dalla scadenza del mandato elettorale della Sindaca, ponendo una seria ipoteca sul futuro di una struttura sportiva di tale rilevanza in pieno Centro di Roma”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento