CentroToday

Esquilino, alla scuola Di Donato nessuno smonta i seggi: "Sporcizia e fili della luce scoperti"

A pulire sono state le maestre che ieri mattina hanno trovato una situazione definita "vergognosa". A diffondere la notizia la candidata presidente del I municipio, Sabrina Alfonsi. Il Comitato Genitori ha presentato un esposto ai Carabinieri

Aule sporche, cabine elettorali ancora lì dove gli addetti le avevano montate e, peggio ancora, fili della luce scoperti. E' quanto hanno trovato a urne chiuse ieri mattina le maestre della scuola materna Di Donato, all'Esquilino, uno dei tanti istituti che domenica e lunedì scorso sono stati adibiti a seggio per le Comunali. Nessuno ha pulito le aule e a doverci pensare sono state le insegnanti. Situazione intollerabile per il comitato dei genitori che ha presentato un esposto ai Carabinieri sull'accaduto.  

LA DENUNCIA - A diffondere la notizia è la candidata presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi: “Non è possibile che per incuria debbano essere le maestre a sgomberare e pulire le aule utilizzate per i seggi elettorali - afferma - quanto successo è veramente assurdo. Esprimo tutta la mia solidarietà al comitato dei genitori che giustamente si è rivolto alle forze dell'ordine”. Una domanda sorge spontanea: a chi spetterebbe smantellare i seggi elettorali e pulire le aule prima della riapertura delle aule? Al Comune che, come stabilisce le scuole da utilizzare per votare con apposita ordinanza, si dovrebbe occupare anche della pulizia delle stesse incaricando o una ditta appaltante o il personale ATA. 

I GENITORI - L'esistenza di una simile procedura ci viene confermata da una delle rappresentanti del comitato genitori dell'istituto. "E' il Comune che doveva pensare a togliere il materiale elettorale e a pulire gli spazi. Ci sono state una serie di irregolarità da chiarire - spiega Silvia - non solo la scuola era sporca ma i fili della luce (quelli delle lampadine posizionate nelle singole cabine elettorali, ndr) erano pericolosamente a portata dei bambini. Abbiamo scoperto che li lasciano montati fino al ballottaggio, e va bene, ma che almeno qualcuno abbia l'accortezza di arroccarle in maniera che non siano raggiungibili".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E non è finita qui. "Solo ieri mattina alle otto e un quarto sono stati tolti brandine e materassi dove dormono i militari di guardia ai seggi. Alle otto e trenta cominciavano le lezioni". Motivo per cui anche la dirigente scolastica, informata subito delle condizioni in cui versava la scuola, ha comunicato l'intenzione di sporgere denuncia.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento