rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Centro

Pittori e ritrattisti anche sui ponti di Roma: "Siano luoghi più vivibili"

La delibera del I municipio

Il Consiglio del I municipio ha approvato all'unanimità - nella seduta di questa mattina - la delibera che prevede l'individuazione di nuove aree in cui istituire posteggi per pittori, ritrattisti, caricaturisti e scultori. Le aree, che si aggiungeranno alle 25 già autorizzate in Piazza Navona, saranno inserite nel bando per i Pittori che verrà realizzato dal Dipartimento Cultura, dopo la ratifica da parte della Giunta Municipale che individuerà il numero esatto delle postazioni (da 25 a 30 in totale ) e l'esatta ubicazione all'interno del seguente elenco: piazza Mazzini, ponte Sisto, ponte San Angelo; largo Tassoni; piazza del Catalone; piazza Trilussa; largo Brancaccio; piazza Margana; ponte della Musica; viale Bastioni di Michelangelo.

"La vera novità di questa delibera - sostiene Matteo Costantini, vicepresidente del Consiglio del municipio Roma I - è l'introduzione dei ponti: Ponte Sisto, Ponte S. Angelo e Ponte della Musica, nel tratto di competenza del Municipio Roma I. La nostra volontà è quella di renderli luoghi più vivibili e più sicuri anche di notte, grazie alla presenza dei pittori, che daranno un nuovo tocco "pittoresco" a queste strutture così apprezzate e importanti per la città, contribuendo allo stesso tempo a liberarli dai venditori abusivi".

"Pur avendo una maggioranza diversa da quella del Campidoglio, abbiamo lavorato confrontandoci con i pittori, le sovrintendenze e la polizia municipale, e vogliamo continuare questo tipo di lavoro con la possibilità di individuare anche luoghi alternativi a quelli già congestionati e utilizzati, perché crediamo che l'arte vera e autorizzata possa essere risposta all'abusivismo dilagante nelle nostre strade" dichiara Sara Lilli Capogruppo Pd del municipio. 

"Attraverso questa delibera - concludono la presidente Sabrina Alfonsi e l’assessore alla Cultura Cinzia Guido – si individuano nuove postazioni, venendo incontro alle richieste dei pittori, che negli ultimi anni avevano visto dimezzate le disponibilità su Piazza Navona. Nel farlo, si ridisegna la loro presenza all’interno dell’intero territorio del Municipio, puntando a far diventare l’espressione pittorica su strada parte integrante della strategia di governo del territorio anche attraverso gli strumenti della cultura"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pittori e ritrattisti anche sui ponti di Roma: "Siano luoghi più vivibili"

RomaToday è in caricamento