menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piano sampietrini: terminata la pavimentazione di via IV Novembre

Terminati i lavori su via IV Novembre si procede con via Cesare Battisti. Raggi: "Abbiamo ideato un progetto per valorizzare al massimo la pietra simbolo di Roma"

I primi blocchetti di selce sono stati rimossi ad inizio aprile. Durante la quarantena imposta per contrastare il nuovo Coronavirus, gli operai avevano cominciato a liberare via IV Novembre dai sampietrini.

L'intervento partito durante il locdown

I lavori nel frattempo sono andati avanti ed oggi la strada, che collega largo Magnanapoli con via Cesare Battisti, è stata in gran parte liberata dalla tradizionale pietra capitolina. Blocchetti in leucitite sono rimasti sui lati della carreggiata. Un’operazione nata per consentire a chi percorre quel tratto, soprattutto agli scooteristi, di non risentire più delle inconfondibili vibrazioni causate dai sampietrini. In questo modo, ha ricordato Linda Meleo, assessora capitolina ai Lavori pubblici, “migliorano sicurezza e percorribilità”.

I lavori eseguiti

“Nel dettaglio - ha aggiunto l’assessora Meleo - é stata completata la pavimentazione in asfalto dopo la rimozione del selciato sull'intera carreggiata. Sulle cunette laterali, in prossimità dei marciapiedi, sono stati riposizionati i sampietrini e installate nuove bocche di lupo per facilitare lo smaltimento delle acque piovane”.

Anche a largo Magnanapoli

L’intervento di via IV Novembre non è il solo contemplato nel cosiddetto piano sampietrini. “Nei giorni scorsi -ha fatto sapere la Sindaca - sono iniziate le operazioni di rimozione dei Sampietrini in largo Magnanapoli e, dopo un'accurata riqualificazione, saranno riposizionati e conservati. A breve partiranno anche le lavorazioni in via Cesare Battisti, secondo il cronoprogramma messo a punto dal dipartimento Simu”.

Valorizzare i sampietrini

Seguiranno interventi di rimozione, in analogia con quanto è accaduto negli ultimi mesi in via IV Novembre, anche per via Nazionale dove, grazie a 4,3 milioni di euro, saranno rimossi 950 metri lineari di sampietrini. “Per la prima volta abbiamo ideato un progetto per valorizzare al massimo la pietra simbolo di Roma e ricollocarla su aree a prevalenza pedonale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento