Mercoledì, 28 Luglio 2021
Centro

Aventino, Cioffari (Sel): "Parco della Resistenza bene comune"

"Ben vengano iniziative volte alla cura di questo prezioso spazio"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Aventino. Cioffari (SEL) "Parco della Resistenza bene comune".

"Da alcuni giorni, ignoti, in maniera arbitraria, approfittando del rinnovo dell'appalto di manutenzione del Parco della Resistenza, che ne prevede anche la chiusura e l'apertura, sospeso per verifiche a seguito dei fatti di Mafia Capitale, hanno deciso, senza aver condiviso con nessuno l'iniziativa, di mettere delle catene ai cancelli d'ingresso". A darne notizia, in una nota, Mauro Cioffari
(Capogruppo SEL Municipio Roma I Centro).

"L'azione", dichiara Cioffari, "è stata accompagnata dall'affissione di cartelli, non firmati, nei quali si avvisa che chiunque rimuoverà i lucchetti verrà ripreso e denunciato".

"Mi è stato segnalato", continua Cioffari, "che, a causa di questa iniziativa improvvisata, più volte, il Parco della Resistenza, è stato trovato chiuso e reso non fruibile".

"Provvederò a segnalare alle autorità preposte l'accaduto", conclude Cioffari, "sollecitando una verifica dei fatti, l'eventuale rimozione delle catene fissate ai cancelli e la ripresa della manutenzione ordinaria del Parco. Il Parco della Resistenza è un bene comune. Ben vengano iniziative volte alla cura di questo prezioso spazio, ma che siano condivise e concordate al fine di garantirne l'utilizzo e la sicurezza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aventino, Cioffari (Sel): "Parco della Resistenza bene comune"

RomaToday è in caricamento