CentroToday

Il Municipio I aderisce alla rete contro le discriminazioni per gay

"Presupposto per la costruzione di una compiuta cittadinanza ed il primo passo per l'affermazione di pari diritti e dignità"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Il Municipio I aderisce alla Rete delle Amministrazioni contro le discriminazioni per gay, lesbiche e transessuali. Giuntella (PD) e Cioffari (SEL): "Il contrasto all'omofobia e alla transfobia presupposto per la costruzione di una compiuta cittadinanza e primo passo per l'affermazione di pari diritti e dignità".

Il Consiglio del Municipio I Roma Centro, convocato nella sede di Via della Greca n. 5, ha approvato un Ordine del Giorno con il quale si impegna la Presidente Sabrina Alfonsi e la Giunta da lei guidata ad aderire, attraverso la sottoscrizione della Carta di Intenti, alla Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere.

"In Italia", dichiarano Tommaso Giuntella (Capogruppo PD I Municipio) e Mauro Cioffari (Capogruppo SEL I Municipio) in una nota congiunta, "le persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali non godono ancora di pieni diritti e spesso vivono situazioni di discriminazione nei diversi ambiti della vita familiare, sociale e lavorativa a causa del perdurare di una cultura condizionata dai pregiudizi.

"La condanna verso i sempre più frequenti episodi di discriminazione e di violenza nei confronti delle persone GLBT", continuano Giuntella e Cioffari, "da sola non è sufficiente ad arginare l'omofobia e la transfobia. Le istituzioni devono dare un segnale di apertura e di accoglienza che vada nella direzione del riconoscimento della pienezza dei diritti delle persone".

"In questi ultimi anni", ricordano Giuntella e Cioffari, "diverse amministrazioni locali e regionali hanno avviato politiche di inclusione sociale rivolte alle persone omosessuali e transessuali sviluppando azioni positive; approvando provvedimenti amministrativi volti a promuovere l'identità, la dignità e i diritti delle persone GLBT; predisponendo azioni informative e formative rivolte al personale dipendente degli enti partecipanti ed al personale impegnato in campo educativo, scolastico, socio-assistenziale e sanitario; patrocinando azioni formative e informative rivolte al mondo produttivo sui temi del diritto al lavoro delle persone omosessuali e transessuali; finanziando azioni di informazione e di prevenzione sanitaria;
favorendo azioni di contrasto alle discriminazioni multiple e collaborazioni con le associazioni che su queste finalità lavorano nei territori".

"L'adesione del Municipio I Roma Centro alla Rete delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere ed il contrasto all'omofobia e alla transfobia che con tale adesione ci proponiamo di perseguire", concludono Giuntella e Cioffari, "rappresenta il presupposto per la costruzione di una compiuta cittadinanza ed il primo passo per l'affermazione di pari diritti e dignità".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento